Nba Finals 2014: San Antonio strapazza gli Heat e si riporta in vantaggio

Pubblicato il autore: Vincenzo Di Vaio Segui

Nba Finals 2014 San Antonio vince Gara 3

Roma – In molti si aspettavano un’ottima prova degli Spurs, decisi a riprendersi il fattore campo dopo la sconfitta casalinga interna in gara due, che ha portato la serie sull’1-1, ma nessuno, neanche il tifoso di Duncan e soci più ottimista, poteva pensare che riuscissero a dare una vera e propria lezione di basket alla franchigia della Florida. San Antonio ha sparigliato, nuovamente, la serie violando l’AmericanAirlines Arena (violata dopo undici gare), imponendosi col punteggio di 111-92. Un risultato addirittura bugiardo, visto quello che si è visto in campo nella prima frazione di gioco, con gli Spurs inarrestabili e capaci di andare a segno con il 78,5% nei primi 12′ di gioco. Le Bron e Wade non riescono a mantenere a galla l’imbarcazione targata Heat: ventidue punti a testa, non sono bastati a scalfire le sicurezze di un avversario in serata di grazia.

Gara 3 Nba Finals 2014: Leonard firma il fantastico primo tempo degli Spurs

Miglior realizzatore di gara 3 con ben 29 punti messi a segno, Kawhi Leonard ha guidato la riscossa dei bianconeri, vogliosi di riprendersi quanto perso in casa nella scorsa gara. La guardia tiratrice di Riverside mette a segno più della metà dei suoi punti totali nel primo quarto di gara, infuocando la retina di Miami con sedici punti tutti d’un fiato. San Antonio prende il largo, nonostante un LeBron James eroico, che mette a segno ben 16 dei 25 punti realizzati dagli Heat nel primo quarto. I padroni di casa tirano discretamente, ma nulla possono contro il 13/15 dal campo degli Spurs che chiudono i primi dieci minuti sul +16 (25-41). Il secondo quarto non si discosta da quello precedente e vede gli ospiti andare a segno con un’angosciante regolarità (6/6 da tre e 19/21 dal campo). Gli Heat cercano di rispondere con Lewis, autore di tre triple di fila, ma all’intervallo lungo Miami è sotto 50-71.

Gara 3 Nba Finals 2014: Miami riesce solo a limitare i danni

I padroni di casa alzano il ritmo grazie ai punti Dwayne Wade e alla regia di Norris Cole e cominciano a risalire una china lunga e tortuosa. Al contempo, San Antonio ritorna “umana” e comincia a sbagliare sia dalla corta che dalla lunga distanza. Il pubblico dell’AA Arena ci crede e spinge i suoi beniamini fino al -7 (74-81). Gli entusiasmi di una rimonta storica, però, sono sopiti da una pesante tripla da parte del nostro Marco Belinelli. L’ultimo quarto parte sul punteggio di 75-86 e rivede sulla scena i protagonisti del primo tempo: Leonard e James si sfidano a colpi di triple, ma fa capolino anche Tony Parker vero e proprio fantasma per quasi tutta la gara. San Antonio allunga grazie a Manu Ginobili, Miami alza bandiera bianca, più di qualcuno lascia gli spalti a capo chino. La sirena finale decreta la vittoria degli Spurs. Il prossimo appuntamento è tra due giorni, sempre all’AmericanAirlines Arena.

Di seguito gli highlights di gara 3 delle Nba Finals 2014

  •   
  •  
  •  
  •