Final Four: si assegna la Coppa Italia femminile. Semifinali Ragusa-Venezia e Schio-Lucca

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
Foto da legabasketfemminile.it

Foto da legabasketfemminile.it

Il campionato di Serie A1 si ferma per lasciare spazio alla Coppa Italia. Al PalaRomare di Schio si gioca la Final Four, sabato 2 aprile saranno di fronte le prime quattro squadre al termine del girone d’andata che sono anche le prime quattro che conducono attualmente in campionato a un turno dalla fine della regular season. La capolista Gesam Gas Lucca incrocia le detentrici da tre stagioni del torneo del Famila Wuber Schio (palla a due alle 19.15), mentre la Passalacqua Ragusa apre il torneo contro l’Umana Reyer Venezia (ore 17). Tutte le gare saranno trasmesse in diretta streaming sul sito della Legabasket femminile, mentre la finale di domenica (alle 18) avrà anche la copertura televisiva di Sportitalia.

RAGUSA-VENEZIA ore 17.00
Le siciliane partono coi favori del pronostico, sono seconde in classifica con la concreta opportunità di chiudere in testa la regular season e nell’unico precedente stagionale hanno asfaltato 70-49 Venezia. Il principale terminale offensivo di Ragusa è rappresentato dalla coppia di lunghe Brunson-Little. «Incontriamo una delle quattro squadre migliori del campionato, con un grande organico, un grande sistema di gioco. Un avversario da tenere sempre sotto pressione perché è in grado di potere scappare via e dunque dovremo essere sempre attaccati alla partita e giocarla fino alla fine. Questo è il primo obiettivo che ci poniamo, sapendo che l’incontro con Venezia ci può aprire le porte per la finale di domenica» l’analisi dell’assistant coach Maurizio Ferrara. In casa Reyer, che la Coppa Italia l’ha vinta nella stagione 2007-2008 battendo in finale Taranto, i punti passano dalle mani della coppia Ruzickova-Christmas, ma la vera forza delle orogranata è il sistema di gioco. «La chiave sarà limitare il potenziale offensivo di Ragusa sotto canestro. Tuttavia potrebbe non essere sufficiente perché le siciliane sono costruite bene e anche a livello di esterne possono contare su giocatrici come Gorini, Consolini e Mikovic» la lettura della gara di coach Andrea Liberalotto.

LUCCA-SCHIO ore 19.15
Le toscane arrivano all’appuntamento da capoclassifica, ma anche dal doppio stop proprio contro scledensi e Ragusa che ha rimesso in gioco la prima posizione. E’ la terza volta che i percorsi di Schio e Lucca si incontrano in Coppa Italia: per due anni consecutivi le squadre si sono affrontate in finale ed entrambe le sfide si sono concluse con il Famila vittorioso. Lucca quest’anno ha però dimostrato di saper sovvertire ogni pronostico, come lo scorso 13 quando ha espugnato per la prima volta nella sua storia il PalaRomare di Schio 47-63. «Una Final Four è sempre una competizione molto equilibrata perché giocata tra le quattro migliori squadre del campionato. Credo che tutte, tranne il Famila, abbiano fatto un netto passo avanti in questa stagione. Credo che Lucca giochi il miglior basket d’Italia, Ragusa si sia rinforzata molto e Venezia migliori di giorno in giorno. Sono convinto che queste finali siano assolutamente aperte a ogni risultato» sottolinea Miguel Mendéz, coach di Schio. Per Mirko Diamanti, storico tecnico di Lucca: «Se dovessimo valutare gli scontri diretti della regular season, e in particolare quelli di queste ultime settimane, dovremmo dire che sarà una competizione molto equilibrata. Credo, però, che ogni partita faccia storia a sé tanto più in una competizione che dura due giorni dove vanno dosate al massimo le energie delle giocatrici. Penso che Schio e Ragusa, per questo motivo, siano le squadre più accreditate per la vittoria finale».

  •   
  •  
  •  
  •