Basket Grissin Bon Reggio Emilia, salvare i playoff per arginare la crisi

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui


Basket. Dopo l’ennesima sconfitta rimediata questa volta al Palaserradimigni di Sassari contro una Dinamo più tonica, più in palla e soprattutto più precisa nel tiro, l’ambiente, lo staff e i tifosi della Pallacanestro Reggiana si fanno un’unica domanda: basteranno il ritorno del lituano Rimantas Kaukenas (nella foto), ancora ben lontano dalla migliore condizione, e la prepotenza fisica del neo acquisto, l’americano Jalen Reynolds che a sprazzi ha ben figurato anche nella brutta partita disputata dai biancorossi emiliani in terra sarda, per una Grissin Bon che a questo punto e visto come stanno andando le cose deve pensare a salvare l’accesso ai playoff e disputare una Final Eight di Coppa Italia di elevato livello? La risposta che si danno in molti, anche dello staff dirigenziale reggiano, è probabilmente no, e non è certo un caso che il direttore sportivo Alessandro Frosini stia provando a trovare quell’ala grande che possa dare alla squadra molto di più dell’abulico Sava Lesic, sempre più ai margini del quintetto e di fatto già con la valigia in mano da inizio anno, quando gli è stato comunicato che, una volta trovato il suo sostituto e una compagine a cui piazzarlo, le strade si sarebbero inesorabilmente separate.

Leggi anche:  Dove vedere Virtus Bologna-Germani Brescia: streaming e diretta tv?

Ma non è certo facile, disponendo solo di certe cifre (non è un mistero né un segreto che il sodalizio di Via Martiri della Bettola non abbia un budget illimitato per il mercato di riparazione), trovare il giocatore ideale per il “sistema Reggio” in quel ruolo. Al contempo però non c’è ombra di dubbio che serva qualcuno o qualcosa per ricominciare a correre e a vincere dopo un periodo difficile come questo che dura ormai da quasi sue mesi. Una cosa è chiara: i rientri degli infortunati Aradori e Gentile potranno fare la differenza in chiave positiva, ma né il capitano bresciano né il playmaker campano sono certi al 100% di essere in campo per le grandi sfide di Rimini in programma dal 16 al 19 febbraio. A questo proposito nello staff reggiano si è deciso di non forzare e di non rischiare nulla proprio per avere a disposizione due giocatori-cardine come capitan Pietro Aradori e Stefano Gentile in ottica Final Eight, ma le ultime news dicono che il bresciano non ci sarà neanche nel match di campionato di lunedì prossimo contro l’Enel Brindisi al PalaBigi di Via Guasco, mentre dall’altra parte la caviglia di Gentile senior non è ancora guarita dopo il gravissimo infortunio patito a Masnago lo scorso 11 dicembre.

Leggi anche:  Dove vedere Virtus Bologna-Germani Brescia: streaming e diretta tv?

La volontà è quella di giocarsi tutte le proprie carte in Coppa, visto che poi ci sarà il tempo di recuperare l’eventuale terreno perso ulteriormente per la corsa verso i playoff, ma rimangono solo quindici giorni per rimettere insieme rapidamente tutti i pezzi di una Grissin Bon che deve ritrovarsi…alla svelta. Intanto nel posticipo di ieri sera la Sidigas Avellino, pur priva di Marco Cusin e con un Joe Ragland in dubbio fino a pochi minuti dall’inizio, ha battuto a sorpresa la favoritissima Milano con un netto 80-68. Un passo falso in trasferta per la capolista Olimpia e un bel passo avanti per gli irpini che ora hanno agganciato Venezia a quota 24 punti, a solo 4 lunghezze proprio dall’EA7 di Jasmine Repesa.

  •   
  •  
  •  
  •