La Virtus, senza problemi, batte Chieti e prepara il derby

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui

virtus bologna-proger chieti
Pubblico delle grandi occasioni all’Unipol Arena, i tifosi virtussini approdano in massa al palazzetto per sostenere i giocatori in una gara insidiosa ma alla portata. Ad assistere al match due ospiti d’eccezione come Dan Peterson e Gianluca Pagliuca. Peterson dopo essere stato impegnato all’Old Star Game 2017 non è voluto mancare a questa gara di campionato e ad assistere da vicino a questa Virtus targata Ramagli. Pagliuca, ex portiere del Bologna, non è la prima volta che si fa notare in quel di Casalecchio a sostenere le V nere.
La gara viene subito indirizzata sul binario giusto dal duo Spissu-Umeh che inizia a infilare triple da ogni parte del campo. Bastano soli sei minuti ai padroni di casa per mettere in chiaro le cose e portarsi sul +10 (23-13). Il resto della gara è solo bianconera, triple e rimbalzi fanno la differenza e regalano agli uomini di Ramaglia due punti che valgono matematicamente i play-off.

 

Virtus Bologna-Proger Chieti, la cronaca dei quattro quarti

Primo quarto
Virtus che parte col piede sull’acceleratore. A far infiammare l’Unipol Arena è Marco Spissu che insacca la retina con una splendida tripla. Una bomba da tre che indirizza la gara in direzione Bologna, la Virtus cerca subito l’allungo complice uno straordinario Michael Umeh che chiude il quarto con 14 punti, 100% sia da due (1 su 1) che da tre ( 4 su 4). Sugli scudi oltre al già citato Marco Spissu (6 punti), c’è Guido Rosselli (7 punti, 1 rimbalzo difensivo e 2 assist). Primo quarto a rilento per Chieti sia in fase offensiva che difensiva, in attacco 60% da due e 50% da tre. L’unico a salvarsi è Golden Trae che chiude con 10 punti. Il risultato del primo quarto è Virtus Bologna-Proger Chieti 35-19.

Secondo quarto
Si va all’intervallo lungo con la Virtus Bologna che mantiene inalterato il vantaggio di quattordici punti accumulato nella prima frazione di gioco. Finisce 52 a 38 per i bianconeri.
Protagonisti Tommaso Oxilia e Kenny Lawson. Il primo chiude il quarto con 5 punti, ma 5 punti di assoluta qualità. Lawson dopo i cinque punti del primo quarto, nel secondo ne fa otto con due triple d’assoluto campione e un canestro, da due, allo scadere dei ventiquattro secondi di un possesso palla sterile. Tra le fila chietine, è sempre Golden Trae a tenere a galla i suoi con altri 8 punti che si aggiungono ai dieci del primo quarto.
Il dato dei rimbalzi è la chiave del match, la Virtus chiude i primi due quarti con sei rimbalzi (2 difensivi e 4 offensivi) a discapito dell’unico rimbalzo, in difesa, vinto da Chieti.

Terzo quarto
Il terzo quarto finisce 78 a 58 per la Virtus che allunga il vantaggio a venti punti. Sempre più protagonista Umeh che arriva a quota 22 punti (66% da due e 60% da tre). Prestazione super per Klaudio Ndoja che mette a referto 11 punti che si vanno ad aggiungere ai tre già siglati. Le uniche speranze di Coach Bartocci sono affidate all’americano Golden Trae che continua la sua serata di grazia, tre quarti giocati per intero e 24 punti con il 72% da due e il 50% da tre.

Quarto quarto
Ultimo quarto avaro di emozioni con la Virtus che non ha corso rischi. Le” V nere” controllano il risultato e portano a casa due punti fondamentali. Super tripla di Lorenza Penna allo scadere che fissa il risultato finale sul 91-71

Il dubbio per i tifosi virtussini era che la testa dei giocatori fosse già all’imminente derby con la Fortitudo ma Lawson e compagni hanno dimostrato che prima dei cugini c’era d’affrontare Chieti e l’hanno fatto in modo magistrale. La Virtus chiude la pratica Proger senza mai soffrire con una gara al limite della perfezione sia in fase difensiva che offensiva. Dopo questo impegno c’è da preparare prima la stracittadina con la Fortitudo e successivamente i play-off appena conquistati.

Virtus Bologna-Proger Chieti, il tabellino

Virtus Segafredo Bologna 91-Proger Chieti 71

Virtus Segafredo Bologna: Spissu 8, Umeh 22, Pajola 6, Spizzichini 2, Petrovic, Ndoja 14, Rosselli 9, Michelori 5, Oxilia 5, Penna 5, Lawson 15, Bruttini ne. All. Ramagli.
Proger Chieti: Golden 29, Mortellaro 9, Allegretti 4, Fallucca 3, Turel ne, Venucci 1, Piccoli 8, Zucca 2, Sergio 10, Davis 5. All. Bertocci.
Arbitri: Gagliardi, Marton, Longobucco.
Note: parziali 35-19, 52-38, 78-58.
Percentuale da due: Virtus 20/29, Chieti 16/32; da tre 16/33, 8/22. Tiri liberi 3/5, 15/20. Rimbalzi 37, 19.

  •   
  •  
  •  
  •