Basket serie A2 girone Verde: la Bakery Piacenza sorprende una Staff Mantova distratta

Pubblicato il autore: Francesco Grandi

Alla Grana Padano Arena una buona Bakery Piacenza fa suo il match contro una Staff Mantova distratta e fallosa, seconda scontitta consecutiva per i virgiliani di coach Di Carlo dopo quella con Cantù. Piacentini sempre in vantaggio per tutta la durata dell’incontro con gli Stings che sprecano una valanga di liberi e commettono errori al tiro a ripetizione. Per Piacenza ottime le prove di Morse, Lucarelli e Donzelli con la regia dell’ex Bonacini.
Si vede subito dal primo quarto che la serata dei virgiliani non sarà facile, anche per l’assenza di una delle pedine fondamentali per Mantova come Stojanovic, ai box per una contrattura muscolare: il primo periodo è abbastanza equilibrato anche se sono già 5 le lunghezze di vantaggio per Piacenza. Nel secondo quarto la musica non cambia, anzi sono gli emiliani ad allungare fino all’intervallo per 43 a 29: difesa che non funziona quella di Mantova ed attacco sterile come non si era ancora visto in nessuna delle sfide precedenti di regular season. Il +14 all’intervallo degli ospiti è una vera mazzata: il terzo periodo inizia con un  altro piglio per i biancorossi di casa: Laganà prova a dare la scossa seguito da Cortese e Mastellari che comincia a trovare confidenza col canestro, ma la Bakery tiene e si riporta avanti di 11.
L’ultimo quarto rispecchia interamente il match: gli Stings provano a farsi sotto, ma la difesa tiene poco. Ad un minuto dal termine si va sul -5, ma Piacenza tiene bene e i troppi errori ai liberi  dei padroni di casa fissano il punteggio sul 74-77 per gli ospiti che vincono meritatamente il confronto.
Amara sconfitta interna per la Staff Mantova, bella vittoria in trasferta per la Bakery Piacenza.
Staff Mantova: Lo, Iannuzzi, Mastellari, Ferrara, Saladini, Cortese, Lagana’, Basso, Verazzo, Thompson
coach Di Carlo

Bakery Piacenza: Morse, Perin, Czumbel, Donzelli, Chinellato, Bonacini, Sacchettini, El Agbani, Raivio, Lucarelli
coach Campanella

  •   
  •  
  •  
  •