Nba Finals, piu’ grave del previsto l’infortunio di Kevin Durant

Pubblicato il autore: Antonio Villani


Nba Finals, più grave del previsto l’infortunio di Kevin Durant che ha purtroppo costretto ad uscire dal campo dopo 12 minuti il campione di Golden State in gara 5 contro Toronto.
L’iniziale sospetto che la causa dell’infortunio fosse qualcosa di più serio rispetto al riacutizzarsi del dolore al polpaccio che aveva costretto Durant a rimanere fermo nell’ultimo periodo è stato confermato.
Anche se solo la risonanza magnetica rivelererà la vera entità dell’infortunio nel post partita il General Manager Bob Myers ha confermato che ad essere coinvolto è il tendine d’Achille.
Un brutto colpo per Kevin Durant, per i Warriors e per tutti i tifosi di questo splendido sport che certamente avevano gioito nel rivedere in campo il campione costretto a rimanere fermo dalla semifinale di conference contro Houston.

Nba Finals: si sentirà la mancanza di Durant tra i Warriors

L’atmosfera in casa Warriors e’ quindi stata rovinata nonostante la vittoria che ha riaperto queste Nba Finals grazia al successo per 105-106 in trasferta contro i Toronto Raptors. 
Questo ovviamente è il momento in cui i compagni, gli avversari e tutti gli appassionati di basket e di sport si stringeranno intorno a questo grandissimo campione la cui mancanza in queste partite delle Nba Finals si è fatta sentire eccome per i Warriors.
L’augurio naturalmente è che possa tornare più forte di prima.

  •   
  •  
  •  
  •