Mercato Nba 2021, riepilogo trade dell’ultimo giorno: Melli cambia casacca

Pubblicato il autore: Alessandro Vescini Segui


Si è conclusa la sessione di scambi  del mercato Nba 2021. Le sorprese non sono mancate. Chi si sono rafforzati di più sono i Brooklyn Nets. Alle due stelle, Kryie Irving e Kevin Durant, hanno aggiunto James Harden e Blake Griffin. Direzione: Nba Finals e conseguente titolo. Ma molte franchigie, da buone ritardatarie, hanno aspettato l’ultima giornata per rifinire le proprie rose con i tasselli mancanti o per progettare la ricostruzione della squadra per le stagioni future. Ma vediamo assieme i principali scambi avvenuti all’ultimo.

Nicolò Melli ai Dallas Mavericks

In un doppio scambio che ha visto anche JJ Reddick preparare la valigie direzione Dallas, i New Orleans Pellicans hanno ricevuto James Johnson, Wes Iwundu e una seconda scelta al draft 2021. Buona notizia per l’italiano, che sotto il nuovo coach dei Pellicans, Stan Van Gundy, non aveva un elevato minutaggio. Da tempo aveva manifestato il suo malcontento, ora Melli avrà la possibilità di giocarsi una buona corsa playoff al fianco di Luka Doncic e Kristaps Porzingis, formando un trio tutto europeo.

Victor Oladipo ai Miami Heat

Trade sensata per gli Houston Rockets, in piena fase di ricostruzione dopo aver letteralmente smantellato la squadra. A Ovest vanno Avery Bradley, Kelly Olynyk, e una prima scelta al draft 2022. Per gli Heat, Oladipo rappresenta un’ottima guardia da affiancare alla stella Jimmy Butler. Anche se la concorrenza a Est si è fatta più agguerrita, ce la farà Miami a raggiungere le finali di conference?

Rajon Rondo ai Los Angeles Clippers

Altro cambio di maglia per Rondo, che può portare a Los Angeles, sponda Clippers, quell’esperienza necessaria per la corsa al titolo. Agli Atlanta Hawks vanno il tre volte “sesto uomo dell’anno” Lou Williams, una seconda scelta al draft 2023, una seconda scelta a draft 2027 e denaro. Per Atlanta è un cambio positivo, visti stop di Rondo per infortuni.

Nikola Vucevic ai Chicago Bulls

Sicuramente la trade più inaspettata. Dopo anni passati a procurarsi scelte future, i Bulls hanno deciso di puntare forte ai playoff. Via Wendell Carter Jr., Otto Porter Jr., una scelta top-4 protetta al draft 2021 e una prima scelta al draft 2023. Dentro dagli Orlando Magic Al-Farouq Aminu, ma sopratutto Nikola Vucevic. Finalmente Zach Lavine, unico trascinatore della squadra a suon di canestri, ha un compagno su cui fare affidamento nelle partite importanti.

Aaron Gordon ai Denver Nuggets

Scambio piuttosto prevedibile, vista la richiesta del giocatore di abbandonare Orlando. Assieme a Gary Clark, raggiungerà i Denver Nuggets. Un quarto violino per tentare a definitiva consacrazione del team. Ai Magic vanno Gary Harris, RJ Hampton, e una prima scelta al draft 2025.

Evan Fournier ai Boston Celtics

Continua il totale smantellamento degli Orlando Magic, che ricevono Jeff Teague e due seconde scelte. Ai Boston Celtics va però Evan Fournier, un giocatore da 19.7 punti medi a partita e con una percentuale al tiro da tre del 38.8%. Non sarà un titolare fisso, vista l’abbondanza dei Celtics in quel ruolo, ma sarà sicuramente un valore aggiunto.

Pj Tucker ai Milwaukee Bucks

Chiudiamo la carrellata con una tripla trade. Ai Bucks vanno oltre a Tucker, Rodion Kurucs e 110 mila dollari. Agli Houston Rockets vanno D.J Augustin, D.J Wilson, il diritto di scambiare la loro seconda scelta al draft 2021 con la prima dei Bucks e una prima scelta non protetta del draft 2023. Ai Phoenix Suns infine va Torrey Craig. Un ottimo innesto Tucker che, nonostante i 36 anni, aggiunge dinamismo in difesa oltre che al tuo formidabile tiro da tre dall’angolo.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •