Ettore Messina: “Quest’anno siamo stati molto discontinui. Il razzismo è’ uno dei più grandi problemi degli USA”

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Ettore Messina, coach dell’Olimpia Milano ha rilasciato un’intervista al “Corriere dello Sport” dove ha parlato di vari argomenti a cominciare da un resoconto sulla stagione 2019-20 bloccata ad inizio marzo per l’emergenza Covid-19, ma anche dei  problemi economici futuri che potrebbe coinvolgere alcuni club, sul tema razzismo negli USA che sta tenendo banco in questi ultimi giorni, sul nuovo acquisto del club meneghino Davide Moretti e per finire ha detto la sua sulla possibilità di una seconda squadra italiana in Eurolega.

Ettore Messina, le sue parole

STAGIONE 2019-20: “Quest’anno siamo stati molto discontinui, con momenti di alto livello, specie in Eurolega, con ottime partite come con Panathinaikos, Barcellona e Fenerbahce. Nello stesso tempo abbiamo giocato partite anonime che ci sono costate molto La stessa cosa in campionato. Se vuoi competere nella fase finale, meglio arrivarci in posizione favorevole. Ci stavamo mettendo in buon equilibrio e mi sarebbe piaciuto giocare i playoff“.

CRISI ECONOMICA POSTO COVID-19: “Questo è un pensiero comune al quale tutti cerchiamo di dare una risposta. Dalla Lega alle squadre che fanno molta fatica. Ma non è un problema solo del basket o dello sport, ma di tutta la società. Questo è lo stesso discorso iniziato nel 2008 con la prima crisi economica: dobbiamo trovare la soluzione come Paese“.

DAVIDE MORETTI: “Facendo l’Eurolega non possiamo pensare a una squadra marcatamente italiana, perché ancora i giovani per questo livello non ci sono. Però abbiamo il dovere di seguire ragazzi particolarmente interessanti e Davide potrà aiutarci, specialmente in campionato. Il suo contributo in Eurolega credo non lo possa prevedere nessuno. Sarà necessario un periodo di adattamento“.

RAZZISMO: “ E’ uno dei più grandi problemi degli USA ed è irrisolvibile. Per una persona di colore la percentuale di essere fermata dalla polizia e avere problemi è quattro volte superiore a quella di una persona bianca. Il solo fatto di avere un colore diverso ti espone ad un rischio molto maggiore. Questi problemi non sono facilmente risolvibili, soprattutto se il presidente degli Stati Uniti la prima cosa fa è minacciare l’uso delle armi per reprimere eventuali rivolte. Credo sia difficile immaginare un leader di un paese democratico che invece di placare gli animi, non fa altro che buttare benzina sul fuoco. E questo dice tutto della tensione esistente negli USA“.

SECONDO CLUB ITALIANO IN EUROLEGA: “Mi sembra un riconoscimento di quanto di buono ha fatto la Virtus sia a livello societario che tecnico in questi due anni. Ma il complimento va estero a tutto il basket italiano. Se non ci fosse stata la Virtus Bologna, avrebbe potuto essere Venezia per quanto di buono ha fatto negli ultimi anni. Speriamo si possa presto concretizzare.

  •   
  •  
  •  
  •