Basket, Virtus Roma: i tifosi capitolini scrivono alla Sindaca Raggi e all’Assessore Frongia

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Purtroppo per la Virtus Roma le speranze di iscriversi al prossimo campionato di Serie A pian piano si stanno sempre più affievolendo visto che in queste settimane nessun investitore ha voluto prendere in considerazione l’acquisto del club capitolino che il presidente Claudio Toti aveva messo in vendita lo scorso maggio perchè non se la sentiva più di andare avanti dopo venti anni al timone.

Ricordiamo che nell’estate del 2015 Toti per salvare la società in crisi economica chiese, ottenendola, l’autoretrocessione in Serie A2 per evitare il tracollo e salvare dignità e titolo sportivo e dopo la promozione nella massima serie dell’aprile dello scorso anno sembrava che le cose potessero tornare alla normalità, ma invece anche con la crisi dovuta al Covid-19, la situazione è peggiorata in maniera irreversibile dove a meno di clamorose sorprese tra oggi e domani ci sarà un comunicato del club che ufficializzerà la decisione di non prendere parte al campionato di Serie A, pronto a ricominciare dai Dilettanti.

I tifosi della squadra capitolina però non si arrendono e nella giornata di ieri hanno scritto e inviato una lettera alla sindaca di Roma Virginia Raggi e all’Assessore allo Sport Daniele Frongia, per cercare di salvare in extremis la situazione; di seguito riportiamo l’intero testo.

Virtus Roma, la lettera dei tifosi

Gentile Sindaca e gentile Assessore,
il 17 maggio abbiamo appreso per mezzo di un comunicato della Società Pallacanestro Virtus Roma, l’intenzione della famiglia Toti di cessare il suo impegno in quella che è ancora oggi la principale società capitolina del secondo sport nazionale.

Parliamo quindi di un patrimonio culturale, sociale e sportivo con sessanta anni di storia alle spalle che tra pochi giorni – esattamente venerdì 31 luglio – con ogni probabilità cesserà di esistere, nel silenzio più assoluto, anche e soprattutto da parte delle istituzioni cittadine, di cui Lei Sindaca è la più alta espressione.

Con la sparizione della Pallacanestro Virtus Roma cesserà di esistere nella nostra città anche uno dei principali vettori dei valori sani che questa ha incarnato, promosso e diffuso nel corso degli anni, valori di aggregazione, promozione sociale, lealtà e rispetto, che dovrebbero essere alla base di una società che guarda al futuro proprio e delle sue prossime generazioni.

Se nulla cambierà nei prossimi giorni, i tifosi della Virtus ma anche chi più in generale ha a cuore lo sport di questa città, ricorderà questa Amministrazione come quella durante la quale si è assistito passivamente alla sparizione di una delle più importanti società sportive capitoline.

Nella speranza che ci sia ancora tempo affinché un intervento delle istituzioni possa contribuire a salvare la Pallacanestro Virtus Roma, si inviano cordiali saluti.

Ora bisognerà vedere se queste parole serviranno a qualcosa di concreto; comunque andrà a finire è stato un bel gesto da parte dei tifosi della Virtus Roma, visto che negli ultimi giorni erano usciti voci che il club stava abdicando nell’indifferenza generale.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •