Serie C: è Luca D’Angelo il nuovo tecnico della Casertana

Pubblicato il autore: Enzo La Piana Segui

 

Senza pace, il girone meridionale di serie C, conosce ancora un altro esonero:

Questa volta è la Casertana a cambiare la conduzione tecnica.

La sconfitta di Trapani – era nell’aria – è stata determinante in casa rossoblù per il futuro di mister Scazzola.

Secondo quanto appreso dal sito ufficiale della                                                                      Casertana, è di queste ore la decisione del club che                                                                   hanno deciso di esonerare il tecnico ligure per dare                                                                una scossa alla squadra.

Questo il comunicato del club:

La Casertana FC comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra il sig. Cristiano Scazzola. Al tecnico e il suo staff va il ringraziamento per il lavoro svolto in questi mesi al servizio dei colori rossoblu e l’augurio di un prosieguo di carriera florido e ricco di soddisfazioni. Al suo posto Luca D’Angelo.

 I falchetti, quindi ricominciano dal Pescarese, che siederà in panchina contro la Virtus Francavilla già da martedì pomeriggio per iniziare a dare subito la scossa alla sua nuova squadra che attualmente ha appena 4 punti in classifica dopo sei giornate di campionato.

Da giocatore, il neo tecnico della Casertana, ha debuttato tra i professionisti  nel Chieti in Serie C2, giocando anche con il Sora in Serie C1, con il Castel di Sangro  per due stagioni, continuando la carriera da calciatore con la Fermana, l’Alzano la Virescit, il Giulianova ed il Rimini, per poi chiudere la carriera sua professionistica con il San Marino in Serie C1 nel 2007.

D’Angelo, 46 anni, conosce bene la serie C. La sua carriera da allenatore è iniziata a Rimini nel 2010/11 dove ha vinto il campionato di serie D guadagnandosi la conferma.

Nella stagione 2013/14 ha portato l’Alessandria in Prima Divisione, ripartendo l’anno seguente da Andria dove ha sfiorando i playoff, per poi allenare il Bassano.

 Il neo tecnico rossoblù, che lavora molto sulla valorizzazione dei giovani, predilige il 4 – 4 – 2, anche se non disdegna il 4 – 3 – 3.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: