Emre Can alla Juventus, settimana decisiva per l’arrivo del tedesco in bianconero

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
LIVERPOOL, ENGLAND - NOVEMBER 01: Emre Can of Liverpool celebrates scoring his sides second goal during the UEFA Champions League group E match between Liverpool FC and NK Maribor at Anfield on November 1, 2017 in Liverpool, United Kingdom. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Emre Can – Foto Getty Images scelta da SuperNews

Si alza il sipario sul mercato in casa Juventus. Il club bianconero in settimana ufficializzerà l’ingaggio del centrocampista tedesco, proveniente dal Liverpool, Emre Can. Il calciatore, nei prossimi giorni raggiungerà Torino, al fine di sottoporsi alle visite mediche presso il “JMedical” per poi apporre la sua firma sul contratto, ovvero un quinquennale da 6 milioni di euro a stagione, ingaggio, quindi, da top player.

Emre Can è reduce dalla sconfitta in finale di Champions League contro il Real Madrid, dopo essere entrato in campo solo all’83’ per via delle sue condizioni fisiche non ancora ottimali, essendo stato alle prese con un infortunio piuttosto fastidioso alla schiena, ko che lo ha spinto a sottoporsi
ad una serie di controlli, nelle precedenti settimane, in Germania. Il centrocampista, oramai ex Liverpool, non verrà convocato dalla nazionale tedesca in vista dell’imminente Mondiale in Russia, aspetto, questo, che regala sorrisi in casa bianconera, affinché Emre Can possa lavorare con tranquillità al fine di recuperare una condizione fisica più che accettabile per poi mettersi a completa disposizione di Massimiliano Allegri all’avvio della preparazione estiva. Il centrocampista teutonico è un giocatore dotato di una spiccata fisicità, prorompente in mezzo al campo, ha nel suo dna lo spirito di recuperare palloni, non disdegnando eventuali proiezioni offensive.

Riavvolgendo il nastro della sua breve carriera, essendo nato nel 1994, Emre Can muove i primi passi nelle giovanili del Bayern Monaco, per poi fare il suo debutto in prima squadra nella stagione 2012/2013,conquistando nelle vesti di comprimario una Bundesliga, una Coppa di Germania e una Supercoppa nazionale. Nell’estate del 2013 avvenne il suo trasferimento al Bayer Leverkusen per poi approdare l’anno successivo in Premier League tra le fila del Liverpool. Con addosso la maglia dei Reds, Emre Can colleziona complessivamente, in quattro stagioni, 166 presenze impreziosite da 14 centri, catturando l’attenzione dei maggiori club europei che diedero vita ad un’asta su di lui. Giunto in scadenza di contratto, il tedesco non ha voluto prolungare il suo accordo con la società inglese, decidendo di tentare questa nuova e stimolante avventura nella nostra serie A, tra le fila dei campioni d’Italia in carica della Juventus.

In Nazionale, invece, sono venti le presenze accumulate, con un solo gol all’attivo, realizzato lo scorso 8 ottobre 2017 in occasione della gara valevole per le qualificazioni al Mondiale in Russia, contro l’Azerbaigian. Emre Can, smaltita la delusione per la sconfitta rimediata in finale di Champions League, a Kiev, contro il Real Madrid, è pronto a tuffarsi in un’altra esperienza, contornato da campioni di prestigio, per tentare non solo la scalata in Italia, quanto piuttosto di lanciare il guanto di sfida in ambito europeo, inseguendo quella coppa dalle grandi orecchie attesa in casa bianconera dal lontano 1996. Emre Can è stato scelto con insistenza dalla dirigenza juventina per via del suo carisma internazionale, della sua abitudine nel calcare terreni di gioco ambiti, e sopratutto attratta dalla personalità, per nulla paragonabile a quella di un semplice ventiquattrenne. La Vecchia Signora in attesa di abbracciare anche Caldara e Spinazzola, attende l’arrivo in bianconero di Emre Can, con i tifosi bianconeri che iniziano a scaldare il proprio cuore, pregustando un’altra stagione da protagonisti.

  •   
  •  
  •  
  •