L’Italia di Roberto Mancini è pronta al debutto. Domani amichevole contro l’Arabia Saudita

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Si sta per alzare il sipario sulla prima uscita dell’Italia guidata dal neo c.t. Roberto Mancini. Gli azzurri lavorano da giovedì presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano agli ordini dell’allenatore jesino. Nei primi due giorni di raduno sono state svolte doppie sedute d’allenamento, mentre nella giornata di ieri, in mattinata è stato osservato un video inerente l’Arabia Saudita, con lo scopo di conoscere meglio l’avversario, mentre solo nel pomeriggio sono stati svolti esercizi tattici con il pallone.

Per quanto concerne l’undici che scenderà in campo, in questa sfida inedita, contro la nazionale allenata da Juan Antonio Pizzi, Mancini ha provato varie soluzioni, utilizzando tutti gli interpreti a disposizione, ma quella che appare più probabile sembra essere il 4-3-3 come modulo tattico di riferimento, con Donnarumma in porta, Zappacosta nel ruolo di terzino destro e Criscito a sinistra. Centralmente dovrebbe agire il duo formato da Bonucci e Romagnoli. A centrocampo il terzetto dovrebbe essere composto da Pellegrini, Jorginho, mentre permane un ballottaggio tra Cristante e Florenzi, con l’atalantino apparso in vantaggio. In attacco spazio al tridente formato da Insigne e Politano a supporto della punta centrale Balotelli.

Il “Mancio”, però, sempre con tali interpreti, potrebbe far ricorso anche al 4-2-3-1, spostando Pellegrini sulla mediana di centrocampo assieme a Jorginho, mentre sulla trequarti a comporre il reparto con Insigne e Politano potrebbe esserci Cristante, posizionato alle spalle di Ballotelli, punta avanzata. Soluzioni, queste, che verranno studiate attentamente da Roberto Mancini, prima della partenza, prevista quest’oggi per la Svizzera, destinazione San Gallo, dove, domani con fischio d’inizio alle 20:45 gli azzurri affronteranno l’Arabia Saudita presso lo stadio “Kybunpark”.

Nel frattempo, ieri, nella sala stampa di Coverciano è stato il giorno dei due debuttanti con la Nazionale maggiore, ovvero Daniele Baselli e Rolando Mandragora, i quali hanno risposto alle domande dei giornalisti, improntate soprattutto sulle loro opinioni dopo questi primi giorni di raduno con la Nazionale dei “grandi”. Il centrocampista del Torino, Baselli, ha espresso il seguente pensiero: “Si apre un nuovo ciclo con un ottimo allenatore, essere qui è un sogno che si avvera. Dobbiamo sfruttare questa opportunità e mettere in pratica le indicazioni di Mancini: non voglio sprecare niente!. E’ bello essere paragonati ad Hamsik, voglio completare il mio percorso di crescita con il Torino. Qualcosa ho già dato in questi due anni, ma evidentemente non è bastato e voglio fare di più”.

Queste, invece, le dichiarazioni rilasciate da Rolando Mandragora, di proprietà della Juventus ma nell’ultima stagione in prestito al Crotone: “Il tempo per crescere è necessario. Noi non sappiamo se saremo in grado di reggere il confronto con le grandi Nazionali, ma la spensieratezza della gioventù e la forza mentale non mancheranno. Spero di poter fare la stessa carriera di Pirlo, De Rossi o Marchisio, ma non ho modelli da seguire, prendo spunto da ognuno di loro”. Il programma dell’Italia prevede, quindi, l’amichevole di domani sera contro l’Arabia Saudita, per poi tornare in campo l’1 giugno a Nizza contro la Francia ed infine il 4 giugno all'”Allianz Stadium” di Torino per affrontare l’Olanda, anch’essi test amichevoli prima del rompete le righe.

FLORENCE, ITALY - MAY 15: Head coach Italy Roberto Mancini poses for a photo after the press conference at Centro Tecnico Federale di Coverciano on May 15, 2018 in Florence, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Roberto Mancini – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

  •   
  •  
  •  
  •