La Juve Stabia non muore mai: Calò agguanta la Casertana al 90′

Pubblicato il autore: Luca Piedepalumbo Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Tante emozioni e tanto agonismo nel derby tutto campano tra Juve Stabia e Casertana, valido per il decimo turno del campionato di Serie C girone C. Un match d’alta classifica, tra due compagini estremamente ambiziose che hanno come sogno ed obiettivo comune quello di giocarsi fino in fondo la promozione in cadetteria. Una sfida ricca di storia, passioni e trame incredibili. Addirittura, un primo confronto tra Juve Stabia e Casertana risale alla lontanissima stagione 1925/1926. Un derby rovente: un’amicizia trentennale tra le tifoserie sciolta soltanto di recente a causa di accesi ed insormontabili screzi. Insomma, tutti gli ingredienti per una partita vietata ai deboli di cuore, tutti i presupposti per grandi sussulti e sensazioni nel match più atteso del week-end di Serie C.

Ad infiammare il confronto, come se non bastasse, anche la presenza, tra le fila dei “falchetti”, di Antonio Zito e Luigi Castaldo, ex che con la maglia della Juve Stabia hanno scritto pagine importanti della storia calcistica stabiese. In particolare, l’attaccante ex Avellino detiene ancora oggi il record assoluto di reti siglate in maglia gialloblù. Così come l’allenatore della Casertana Gaetano Fontana, prima calciatore delle vespe tra il 1997 e il 2000, poi allenatore della compagine stabiese nella stagione 2016/2017, conclusasi con l’esonero e l’avvicendamento con Guido Carboni. Tra gli ex  di turno del derby campano anche il portiere Danilo Russo, precedentemente alla Juve Stabia, e il centrocampista Massimiliano Carlini, in forza alla Casertana nel 2016.

Leggi anche:  Dove vedere Austria-Macedonia del Nord, streaming e diretta tv in chiaro Rai Sport?

Juve Stabia-Casertana: il racconto del match

Allo stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia il risultato finale è quello più giusto per quanto visto sul campo: un pareggio, agguantato in extremis dalle vespe, che muove la classifica ma lascia l’amaro in bocca ad entrambe le squadre, desiderose di acciuffare il bottino pieno.

Prima frazione di gioco dominata per lunghi tratti dalla Juve Stabia che già al ventesimo minuto va vicinissima al vantaggio con un colpo di testa, da distanza ravvicinata, di Canotto bloccato agevolmente dal portiere della Casertana Danilo Russo. Dopo appena due minuti, poi, capitan Mastalli si divora un gol a porta spalancata, mandando la sfera in orbita da ottima posizione. Sugli sviluppi della stessa azione è Mancino della Casertana con un tiro dal limite dell’area di rigore a scheggiare la traversa a Branduani battuto. Gli stabiesi, nonostante il controllo del gioco, subiscono gol proprio dall’ex Castaldo al ventinovesimo minuto: l’attaccante beffa il portiere della Juve Stabia con la palla che assume una strana traiettoria, finendo la sua corsa in fondo alla rete.

Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

La ripresa si apre con una Casertana in netta crescita rispetto al primo tempo: i “falchetti” prima si divorano il raddoppio con Padovan al 53′, poi lo stesso attaccante trova il gol del 2-0 al 60′ ma, dopo una lunga consultazione con il guardalinee, l’arbitro decide di annullare la rete siglata dalla squadra di mister Fontana per una presunta posizione di fuorigioco. Intorno alla mezz’ora della seconda frazione gli animi si accendono particolarmente: Pinna della Casertana viene espulso per doppia ammonizione dopo una brutta entrata su Salvatore Elia, ne consegue una rissa che vede coinvolti Troest e Blondett che vengono entrambi ammoniti. Al novantesimo minuto la Juve Stabia agguanta, tuttavia, il meritato pareggio con una punizione dai trenta metri di Calò che, complice una deviazione della barriera, spiazza nettamente Russo. Nel finale convulso ed estremamente nervoso vengono espulsi sia il centrocampista D’Angelo, sia l’attaccante delle vespe Bruno El Ouazni.

Leggi anche:  Italia, partenza col botto, ma piedi per terra

Juve Stabia-Casertana: il tabellino del match

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani; Vitiello, Marzorati, Troest, Aktaou (37’ s.t El Ouazni); Calò, Mastalli, Carlini (20’ s.t Vicente); Melara (25’ s.t Elia), Canotto, Paponi.
(A disp. Venditti, Cotticelli, Schiavi, Ferrazzo, Di Roberto, Castellano, Viola, Dumancic, Mezavilla). All. Fabio Caserta
CASERTANA (4-3-1-2): Russo; De Marc, Blondett, Pinna, Zito; D’Angelo, Romano, Vacca (36’s.t Ferrara); Mancino (27’ s.t Lorenzini); Castaldo, Padovan (40’ s.t Alfageme).
(A disp. Zivkovic, Ciriello, Floro Flores, Cigliano, Santoro). All. Gaetano Fontana

ARBITRO: Giovanni Nicoletti della sezione di Catanzaro

ASSISTENTI: Francesco Bruni di Brindisi e Paolo Laudato di Taranto.

MARCATORI: 30’p.t. Castaldo (C); 45′ s.t. Calò (JS)

AMMONITI: De Marco, Blondett, Russo (C); Calò, Troest (JS)

ESPULSI: 30’ s.t. Pinna (C) per doppia ammonizione; D’Angelo (C); El Ouazni (JS)

  •   
  •  
  •  
  •