UEFA, ECA e leghe europee dicono di no allo stop

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Mentre il mondo lotta contro l’emergenza del Coronavirus che ha inghiottito l’Italia e tutto il resto del pianeta, il mondo del calcio discute se continuare o meno con i campionati e le coppe europee. Dopo la decisione della Federcalcio belga di concludere il campionato e assegnare il titolo al Club Brugge, c’è stata la reazione della UEFA che, con un comunicato firmato dal Presidente UEFA Ceferin e il Presidente Eca Agnelli, dove si spiega esplicitamente che “E’ richiesto a tutte le Leghe di elaborare piani e calendari entro la metà di maggio per stilare un potenziale calendario con tutte le partite del calcio tra luglio e agosto“. Nel comunicato ufficiale firmato dai rispettivi presidente si legge che c’è “la possibilità che la Champions e l’Europa League ripartano dopo i campionati stessi. Fermare i campionati per noi rappresenta l’ultima spiaggia e a oggi sarebbe una scelta prematura e non giustificata“.

Una dura presa di posizione da parte del mondo UEFA che si auspica di concludere i campionati e di legittimare i vincitori dei titoli. Per quanto riguarda la Champions League, la finale potrebbe giocarsi ad Agosto ad Instabul, a porte chiuse. Altra ipotesi sarebbe quella di giocare una final eight, in caso mancassero le date.

  •   
  •  
  •  
  •