Oxlade-Chamberlain, addio Mondiali:”Il dramma è della famiglia del tifoso del Liverpool in coma”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Oxlade-Chaberlain, stagione finita per il centrocampista del Liverpool. Rottura del legamento crociato del ginocchio destro, niente Roma-Liverpool del 2 maggio e soprattutto niente Mondiali in Russia. Non è stata certamente una serata da ricordare quella di Alex Oxlade-Chaberlain, 24 enne centrocampista del Liverpool. L’ex Arsenal si è fermato dopo pochi minuti ed è stato sostituito da Wijnaldum. Oxlade-Chamberlain aveva saltato i Mondiali 2014 per un infortunio analogo. “Sono devastato dal fatto che mi sia capitato un infortunio del genere in momento cruciale della stagione come questo – è stato il commento del giocatore -. Ma ora darò tutto me stesso per sostenere i compagni e poi anche per tornare al più presto. Ma tutto ciò sparisce – la precisazione del nazionale inglese – al confronto di quanto starà soffrendo adesso la famiglia del tifoso del Liverpool gravemente ferito ieri. Il mio pensiero è per lui e i suoi cari”. Parole che confermano quanto l’ambiente Reds sia rimasto sconvolto dagli scontri provocati dai tifosi della Roma in trasferta a Liverpool.

Leggi anche:  Dove vedere Manchester United-Psg: streaming e diretta tv Champions League

Oxlade-Chamberlain, un’assenza che può pesare su Roma-Liverpool

L‘Uefa esaminerà i fatti e prenderà ora le sue decisioni. Restano alle cose di campo l’assenza di Oxlade-Chamberlain potrebbe pesare molto sull’economia del gioco del Liverpool. Klopp ha il solo Wijnaldum come alternativa all’ex Arsenal. L’olandese ha giocato una gran partita ad Anfield Road, ma al ritorno ci potrebbe essere bisogno di un match più difensivo dei Reds. La Roma cercherà di attaccare la non imperforabile difesa di Klopp, ma senza prestare il fianco al mortifero contropiede di Salah e compagni. Oxlade-Chamberlain non ci sarà di certo all’Olimpico. La speranza è che il tifoso del Liverpool in coma si svegli e possa assistere alla partita davanti alla tv. Nel frattempo è già partita il piano-sicurezza per il 2 maggio. Roma potrebbe essere una città sotto assedio, visto che il giorno prima è previsto anche il Concertone del 1° maggio. L’allarme hooligans è sempre accesso, sopratutto quando i tifosi inglesi devono recarsi in trasferta. Speriamo che tra una settimana potremo parlare solo di calcio. E non di barbari.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: