Superlega, il Borussia Dortmund si tira fuori

Pubblicato il autore: Alessandro Vescini

Superlega Borussia Dortmund

La bomba lanciata sul calcio europeo comincia a mietere le sue prime vittime. Il Borussia Dortmund ha ufficializzato che non prenderà parte alla Superlega. Dopo l’indignazione dei club minori, è arrivata la prima stoccata di una società tra le papabili partecipanti. Lo ha annunciato il CEO del Bvb, Hans-Joachim Watzke: “I club vogliono attuare la pianificata riforma della UEFA Champions League. I piani per fondare una Superlega sono stati respinti”.

Superlega, il Borussia Dortmund non ci sarà: ora che fare?

Il format della competizione prevedeva la partecipazione fissa di 15 top club europei, tra cui le italiane Juventus, Milan e Inter, più 5 a rotazione. Mancavano all’appello le big tedesche e francesi, come il Bayern Monaco, il Paris Saint-Germain e, appunto, il Borussia Dortmund. I gialloneri, eliminati quest’anno dalla Champions League ai quarti di finale e quasi fuori dall’edizione del prossimo anno, avevano tutto l’interesse a partecipare di diritto a un torneo senza rischio di retrocessione. Il loro rifiuto spiazza un po’ le altre big europee che, tra accordi con la Uefa e rischio di non partecipare ai rispettivi campionati nazionali, vedono i loro piani subire dei rallentamenti. In caso di rifiuto pure degli altri top club transalpini e tedeschi, si potrà veramente definire una Superlega?

  •   
  •  
  •  
  •