Serie B, le pagelle delle squadre al giro di boa

Pubblicato il autore: Alessandro Cipolla

serie b

Cala il sipario sul girone d’andata della Serie B ed è tempo dei classici bilanci. Anche se la ventunesima giornata non si è ancora conclusa per il rinvio del posticipo tra Perugia e Vicenza la prima parte della stagione può considerarsi essere andata in archivio, anche perchè la cadetteria inizierà il ritorno il 16 gennaio dopo i due turni disputati nel periodo natalizio. Tra aspettative della vigilia confermate, delusioni e grandi sorprese ecco i nostri voti al campionato fin qui svolto dalle ventudue protagoniste della Serie B.

ASCOLI : 5 Promossa all’ultimo in cadetteria dopo la penalizzazione del Teramo nel calcio scommesse i marchigiani hanno dovuto alletire la squadra in netto ritardo rispetto alle altre ma questo non ngiustifica l’attuale posizione. La rosa allestita dal presidente Bellini infatti è altamente competitiva, con elementi come Cacia, Bellomo, Giorgi, Canini e Antonini tutti provenienti dalla massima serie. I bianconeri sono comunque in ripresa e si stanno tirando fuori dalla zona calda.

AVELLINO : 6,5 I lupi erano chiamati a confermare quanto di buono fatto lo scorso anno ma, orfani di mister Rastelli sostituito da Attilio Tesser, la partenza non è stata assolutamente delle migliori. Recuperato bomber Castaldo però gli irpini hanno affilato sei vittorie nelle ultime sei giornate, proiettandosi direttamente dalla zona retrocessione a quella playoff

BARI : 6 I pugliesi erano tra i grandi favoriti ma le tre sconfitte di fila li hanno ridimensionati con la panchina di Nicola a rischio. La rosa è di valore e comunque prima del recente filotto negativo i biancorossi talloneggiavano il duo di testa, anche se comunque ora sono sempre in piena zona playoff. Cambiare tecnico non potrebbe rivelarsi la scelta migliore, un paio di innesti in difesa e a centrocampo invece si

BRESCIA : 7,5 Grande periodo di forma per le rondinelle che negli ultimi due mesi hanno scalato la classifica fino ad arrivare in piena zona playoff. Ripescati al posto del Parma i ragazzi di mister Boscaglia, che non ha a disposizione una corazzata ma più un gruppo di giovani di belle speranze, sono una delle lote più liete dell’intero campionato, nonostante che il bomber e capitano Caracciolo sia tormentato da problemi fisici. Ora l’importante sarà quello di non montarsi la testa e continuare a lavorare.

CAGLIARI : 7,5 Oggettivamente la franchigia rossoblù poco a che vedere con la cadetteria. Per la risalita il presidente Giulini si è affidato a Rastelli che non sta tradendo le aspettative con la squadra prima in campionato. In più lo sbloccarsi della vicenda stadio sta rendendo meno amaro questo 2015 dopo la retrocessione.

CESENA : 5,5 Partiti bene i romagnoli ultimamente sono incappati in troppi passi falsi, perdendo così il contatto dai primi due posti. I bianconeri ancora sono in zona playoff ma è troppo poco per una squadra competitiva e sicuramente attrezzata per la promozione diretta che finora ha perso un terzo delle partite disputate.

COMO : 5 Tornati in Serie B i lariani stanno pagando lo scotto del salto di categoria. L’ultimo posto in classifica comunque non rispecchiapienamente il gioco, come buono, espresso fino ad adesso con tanti punti persi nei minuti finali. Tanti i pareggi e solo due le vittorie, per salvarsi occorre un mercato incisivo

CROTONE : 9 Sfiorano il voto massimo i rossoblù autori in questo girone di andata di un campionato incredibile. Le prime partite facevano dubitare sulla squadra data in mano a Juric dopo l’addio di Drago, ma l’ennesima sfornata di giovani ha poi avuto un cammino impressionante vincendo e convincendo. Sono sette gli attuali punti di vantaggio sulla terza in classifica, sarà la probabile lepre per la corsa al secondo posto

ENETELLA : 6,5 Anche qui parliamo di una squadra ripescata, preso il posto del Catania, e che ha allestito la rosa negli ultimi giorni. Dopo un inizio da dimenticare però i liguri hanno risalito prontamente la china assestandosi in una tranquilla posizione di metà classifica.

LANCIANO : 5 Dopo tanti anni di Serie B i frentani quest’anno rischiano seriamente la retrocessione visto il pen’ultimo posto occupato. La squadra grossomodo è sempre la stessa, però i problemi maggiori stanno venendo dal reporto offensivo che ha realizzato solo venti gol. I rossoneri sono in ripresa con quattro punti nelle ultime due partite ma a gennaio occorrerà prendere un bomber per potersi salvare.

LATINA : 5,5 Pochi alti e molti bassi per i pontini che comunque partivano con buone ambizioni di classifica dopo la salvezza dello scorso anno. Invece anche quest’anno probabilmente sarà di sofferenza visto che la vittoria manca da diverse giornate e, dopo un periodo favorevole, ora i neroazzurri sono di nuovo nelle zone pericolose della classifica.

LIVORNO : 4,5 L’inizio faceva credere ad un campionato da protagonista per gli amaranto invece le cose poi sono drasticamente peggiorate. A nulla è servito il cambio in panca tra il giovane Panucci e l’esperto Mutti, i toscani sono in crisi nera in caduta libera e imbarcate come quella presa in casa contro l’Ascoli non fanno ben sperare per il futuro.

MODENA : 5,5 Fine girone d’andata positivo per i ragazzi dell’esordiente Crespo che si sono tolti dalle sabbie mobili delleultimi posizioni. Tanto sono mancati agli emiliani i gol di Granoche che fin’ora sono latitati, ma la squadra è competitiva e può continuare a fare bene

NOVARA : 8 Qui non si può parlare di una sorpresa in assoluto, si immaginava che i piemontesi potessero fare bene ma fino a questo punto no. Se non avessero i due punti di penalizzazione sarebbero a soli cinque punti dal Crotone, la squadra di Baroni ha dimostrato grande solidità e compattezza in questo girone d’andata nonostante i tre gol presi a Modena dell’ultima giornata.

PERUGIA : 5,5 Finale di girone positivo per gli umbri ma è ancora troppo poco per il potenziale. Brava la società a confermare la fiducia a mister Bisoli, un allenatore che sa il fatto suo, ma i problemi sono d’avanti dove si fanno pochi gol, urgono soluzioni a gennaio.

PESCARA : 7,5 Ottimo il campionato fin’ora degli adriatici, che con mister Oddo in panca sembrano aver preso la strada giusta per aprire un ciclo importante. Le quattro vittorie nelle ultime altrettante partite ha proiettato i biancocelsti al quarto posto in classifica, anche se al momento il duo di testa è lontano.

PRO VERCELLI : 6 Anche qui tanti alti e bassi. L’arrivo di Foscarini in panchina sembrava aver dato lo slancio giusto ai bianconeri che però sono ritornati a vedere i fantasmi nelle ultime partite. La rosa può essere migliorata altrimenti ci sarà da soffrire fino alla fine per salvarsi.

SALERNITANA : 4,5 Ok che si tratta di una neo promossa ma ci si aspettava molto di più dai campani. La rosa non sarà da prime posizioni ma neanche da zona retrocessione, neanche i cambi in panchina hanno dato la scossa necessaria a svegliare i granata da questa empasse. A gennaio occorrerà investire nel mercato

SPEZIA : 6 Sufficienza solo per la grande impresa compiuta in Coppa Italia sul campo della Roma. Per il resto i liguri stanno facendo un campionato anonimo che poco a che vedere con il valore della rosa costruita. A mister Di Carlo il compito di suonae la sveglia nel girone di ritorno.

TERNANA : 6 Non sarà certamente un campionato esaltante fino a questo momento per le fere ma neanche la rosa è diquelle da fare sogni di gloria. Con esperienza e mestiere si è tolta dalle ultime posizioni, il difficile sarà però continuare a navigare in acque tranquille.

TRAPANI : 6,5 I sicialiano sembrano aver trovato in Serse Cosmi il giusto sostituto di Boscaglia. I granata hanno disputato un girone d’andata gagliardo, tenendosi sempre lontano dalle zone basse della classifica nonostante la rosa non sia di prima qualità. A gennaio per evitare scherzi occorrerà prendere un punta.

VICENZA : 5 Dopo lo splendido campionato dello scorso anno la Marino-band quest’anno naviga in posizioni ben diverse. Dei biancorossi vivaci e brillanti di un annno fa sembrano essersi perse le tracce e si sente molto la mancanza di bomber Cocco

  •   
  •  
  •  
  •