Serie C, al Rende il derby calabrese contro il Catanzaro

Pubblicato il autore: Paola Tolomeo Segui

Catanzaro-Rende 0-1. Si conclude così il derby calabrese a favore del Rende che realizza un ottima prestazione contro un Catanzaro mediocre.

A pochi minuti dal fischio d’inizio, il Rende si presenta già molto aggressivo mentre per la squadra casalinga è ancora tutto da ingranare. Nei primi 15 minuti il grosso del lavoro è per Nordi che si mostra impeccabile nel respingere il tiro di Ferreira difendendo bene la propria porta e il risultato dello 0-0. Il Catanzaro prova a farsi sentire a metà del primo tempo e ad alzare la voce è Van Ransbeeck con la propria iniziativa in fase offensiva.
Intanto la pioggia picchia forte sul Ceravolo e i giocatori fanno fatica. Alla mezz’ora il Catanzaro chiede un rigore per un netto fallo di mano ad opera di Porcaro ma l’arbitro lascia proseguire concedendo solo corner per il Catanzaro. Oltre gli ammonimenti di Franco e Marin, il primo tempo sembra concludersi con minor adrenalina rispetto all’inizio. C’è bisogno di una ripartenza, rimandata però al secondo tempo. Ci tenta però un’ultima volta Cunzi, a cui viene annullato il goal a causa dell’intervento di mano. Come se non fosse, giallo anche per lui.

Leggi anche:  Dove vedere Catania Turris streaming gratis e diretta tv: ElevenSports o RaiSport?

Si conclude così un primo tempo molto agitato e nervoso con un misero 0-0.
A inizio secondo tempo, sembra essere il Catanzaro a tenere il gioco. A pochi minuti dalla ripresa, ci prova infatti Marin dalla distanza ma senza nessuna conclusione. Il Rende non rimane a guardare ma fa tremare con l’incalzata di Franco che ci prova con un colpo di testa. La palla finisce fuori ma il Catanzaro deve riprendere posizione in difesa. La partita si blocca e allora iniziano i cambi: per il Rende escono Ferreira e Actis Goretta ed entrano Vivacqua e Ricciardo mentre per il Catanzaro escono Cunzi e Van Ransbeeck al posto di Corado e Onescu.
La partita si decide al 26′. Il Catanzaro non si sa difendere e Franco senza troppe difficoltà porta il Rende in vantaggio. Dionigi pensa e ripensa alla formazione “perfetta” e arriva così l’altro cambio: escono Spighi e Marin ed entrano Valotti e Badjie. Il match continua alla luce di vari cambi che però essenzialmente non cambiano la partita.

Leggi anche:  Dove vedere Foggia-Virtus Francavilla Serie C, streaming gratis e diretta tv Antenna Sud

Il fischio del 90′ chiude così una partita che regala la vittoria meritata al Rende. Il Catanzaro invece esce a testa bassa, sotto i fischi dei tifosi giallorossi presenti e affiatati anche sotto la pioggia.
Insieme all’orgoglio per il derby vinto, il Rende raccoglie i suoi preziosi 3 punti posizionandosi quinto in classifica. Trocini, nel post partita, si mostra soddisfatto per il successo ottenuto e come un padre con i suoi figli, rivolge parole d’orgoglio ai giocatori. “Abbiamo badato di più al sodo che al bel gioco ed oggi ho avuto l’impressione di allenare una squadra veramente forte per la Serie C. Il merito di questo successo è dei miei giocatori che con questa partita mi hanno riempito d’orgoglio”.
I punti forza della squadra li individua nella convinzione e grinta. Tutte qualità che il Rende ha mostrato di avere anche oggi.
Per il Catanzaro invece è l’ennesima ricaduta nel baratro degli errori. Fermo a 31 punti, la situazione sta stretta.
Dionigi fa una disamina circa la partita disputata dalla propria squadra che nonostante ce la faccia a portarsi avanti, riesce sempre in qualche errore che non porta ad alcuna concretizzazione.
Un grande lavoro rimane ancora da fare ai giallorossi anche perché questa volta la città e i tifosi reclamano!

  •   
  •  
  •  
  •