Serie C, girone C: i risultati della 36′ giornata

Pubblicato il autore: Paola Tolomeo Segui

Si sono giocate oggi le partite della 36′ giornata valide per il campionato di Serie C, girone C.
Il derby cosentino si conclude a favore del Rende che vince con 3 goal sul Cosenza. Bene anche la calabrese amaranto e per la Casertana che vince nel derby campano contro la Juve Stabia. La Paganese viene invece fermata dal Sicula Leonzio. Finisce  a pari merito Racing Fondi-Catanzaro e Siracusa-Bisceglie.

COSENZA-RENDE 0-3 – Il derby del “Gigi Marulla” si conclude a favore del Rende che si impone in maniera netta. L’improvvisa impossibilità a dirigere dell’arbitro Andrea Zanonato di Vicenza fa sì che il match inizi con un’ora di ritardo con una nuova designazione quella di Giovanni Nicoletti di Catanzaro. La partita è da subito molto vivace e il Rende si porta subito in vantaggio grazie al goal di Actis Goretta. Prima dell’intervallo, arriva il raddoppio con Viteritti, bravo a deviare in porta una conclusione imprecisa di Vivacqua. La ripresa vede un Cosenza che vuole riscattarsi e sfiora il goal ben due volte, prima con Loviso e poi con Tutino. Ma ancora una volta è il Rende ad andare in rete con Gigliotti che batte Saracco.

PAGANESE-SICULA LEONZIO 1-2 – Nonostante l’uomo in meno per oltre un tempo di gioco, la Sicula Leonzio gioca una partita spietata portando a casa tre punti importanti in ottica playoff. La squadra ospite va in vantaggio già all’11’: Marano arriva in area superando la difesa serve centrale per Bollino che fa centro in rete. La sorte aiuta molto la Paganese e lo fa con l’espulsione del portiere ospite Narciso. Il numero 1 della Sicula Leonzio prende il pallone con le mani fuori dall’area facendosi espellere. Nonostante ciò, gli equilibri della partita rimangono inalterati. Il raddoppio arriva al 90′ su rigore di Lescano. La partita sembra finita ma nei minuti di recupero Cernigoi buca la rete battendo Ciotti, per l’1-2 finale.

RACING FONDI-CATANZARO 1-1 – Finisce sull’1-1 un match che oltre alle reti ha poco da raccontare. Il primo ad andare in vantaggio è il Catanzaro al 22′ con Spighi, abile a inserirsi su un traversone dalla sinistra di Zanini e a sistemare la palla in rete per lo 0-1. La giornata sembra buona per la squadra giallorossa che ha un’altra buona occasione per trovare il raddoppio ma Elazaj non fa passare la palla in almeno due occasioni. Nella ripresa, è Addessi con una magnifica traiettoria su punizione a regalare il pareggio al Fondi al 56′. Il Catanzaro abbassa infatti i toni accontentandosi di un punto che rende la squadra automaticamente salva.

SIRACUSA-BISCEGLIE 1-1 – Risultato equo al “Nicola De Simone” per una partita comunque ricca di divertimento. Durante il primo tempo il Siracusa si rende pericoloso soprattutto in un’occasione con Catania, autore di un eurogol annullato per fuorigioco. Nella ripresa il tanto provato vantaggio arriva grazie alla punizione di Liotti. La gioia però dura poco perché subito dopo arriva il pareggio del Bisceglie grazie ad una conclusione da dentro l’area di D’Ursi. Sarà questa l’ultima vera azione del Bisceglie che, da questo momento in poi rimane a guardare. Il Siracusa invece attacca fino all’ultimo in cerca di una vittoria che non arriverà nonostante le occasioni create da Grillo e Bernardo.

CASERTANA-JUVE STABIA 3-1 – Il secondo derby della giornata, questa volta campano, si conclude a favore della Casertana brava a non mollare fino alla fine. La Juve Stabia fa infatti in vantaggio al 60′ con un tocco di Strefezza dopo due conclusioni respinte. Ma la Casertana non si fa impressionare e trova il pareggio quindici minuti dopo con il neo entrato De Vena. Mai gli ultimi minuti furono decisivi come in questi match: al quarto dei cinque minuti di recupero arriva il vantaggio con la conclusione al volo di De Rose su cross di Turchetta. A questo punto, è impossibile fermare la Casertana che sfrutta gli ultimissimi minuti che il direttore di gara ha concesso per il terzo goal: De Vena, vedendo Branduani fuori dai pali, lo batte con il mancino dalla linea di centrocampo.


REGGINA-AKRAGAS 2-0 – 
La squadra amaranto entra in campo in maniera composta e sblocca il risultato al 40′ grazie al sinistro di Sciamanna. Il ritmo del primo tempo è lo stesso che si avrà nel corso della ripresa: vengono concessi un paio di tiri all’Akragas ma poi raddoppia con Provenzano bravo a raccogliere l’assist di Tulissi e a vincere su Lo Monaco. 3 punti importanti per la Reggina che raggiunge la salvezza.

Al momento della pubblicazione sono ancora in gioco i match Fidelis Andria-Matera con la squadra ospite in vantaggio per un goal e Monopoli-Virtus Francavilla sul risultato dell’ 1-1. 

Domani si giocherà il posticipo Catania-Trapani alle ore 20:45.

  •   
  •  
  •  
  •