Rossi: quale futuro?

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

 

Giuseppe-Rossi-009A Firenze tiene banco la questione legata a Giuseppe Rossi. L’attaccante italo-americano ha marcato solamente dieci presenze, con uno zero tondo nella casella delle reti. Se da una parte è vero che Sousa lo ha lasciato spesso in panchina, è altrettanto vero che purtroppo (e non solo per colpa sua ), non ha reso quanto ci si aspettava. C’è stato qualche lampo in Europa League (due belle reti), ma evidentemente questo non è bastato per poter contare su di lui anche nella seconda parte del campionato. Rossi venne acquistato dalla società viola nel gennaio del 2013 tra lo stupore generale, visti anche i numerosi infortuni (e relative operazioni )che il giocatore aveva dovuto subire. Poi nella stagione successiva ( nella prima solo una passerella nella gara di Pescara, vinta 5-1 dai viola) ci fu una resurrezione, culminata con la ormai celebre tripletta alla Juventus di ottobre. Fu lui a tenere in piedi il reparto, orfano di Mario Gomez. Poi arrivò lo scontro con Rinaudo: Rossi poi tornò in campo ma solo in parte riuscì a recuperare. Fino al nuovo stop, la rinuncia al mondiale, e una stagione intera ai box. Poi l’arrivo di Sousa, le speranze dei tifosi di vedere il goleador dei tempi buoni, magari in coppia con Gomez, come si pensava all’inizio. Invece il tedesco va in prestito al Besiktas, dove riprende a segnare con regolarità. Invece Rossi niente, si dice che verrà utilizzato come arma nel caso le partite si mettano male: invece per fortuna le cose vanno bene: con Kalinic  e Ilicic che da soli costituiscono più della metà delle reti viola: ben 19 sulle 37 totali della squadra viola. Rossi è spesso ai margini e si parla di una cessione, magari in prestito per fargli fare minutaggio: questo anche in vista degli imminenti europei francesi: dopo aver perso il mondiale brasiliano, Rossi vorrebbe convincere Conte. Si è parlato della Sampdoria (Montella lo stima da sempre), si è parlato addirittura del Villareal, club che cedette Pepito alla Fiorentina. Nelle ultime ore però il Genoa si è fatto avanti prepotentemente, con la ferma intenzione di intavolare una trattativa per portare Giuseppe Rossi a vestire, anche solo per sei mesi, la casacca rossoblu. In teoria i segnali di una ripresa del giocatore ci sarebbero, vista la prestazione (anche se solo di pochi minuti  ) offerta contro la Lazio: le premesse ci sarebbero (gol mancato da un soffio) e l’imminente partita di San Siro potrà dare la risposta giusta: Paulo Sousa parrebbe intenzionato a lanciarlo fin dal primo minuto e in caso di esito positivo, il futuro di Giuseppe Rossi potrebbe essere ancora a Firenze. La speranza per i tifosi viola e per la squadra è di avere un’arma in più per il girone di ritorno: dovesse rimettersi a segnare, potrebbero essere guai per molte difese. La speranza rimane viva, anche se quello che si vede sui campi è ancora un parente non proprio vicino di quello visto nella stagione 2013-2014. Non solo: una sua eventuale resurrezione potrebbe essere utile anche alla nazionale di Conte, che di attaccanti ne ha bisogno come il pane.

Leggi anche:  Serie A, Genoa-Fiorentina le probabili formazioni: out Caicedo, c'è Ekuban

MASSIMILIANO GRANATO

  •   
  •  
  •  
  •