Roma, l’obiettivo a febbraio era un dirigente della Juve

Pubblicato il autore: Giovanni Matteo Tuzzi Segui
paratici-juventus-dicembre-2014-ifaTra gli artefici di queste stagioni gloriose e trionfali della Juventus troviamo senza ombra di dubbio Beppe Marotta, che si è confermato come uno dei dirigenti più capaci in campo internazionale, anche se probabilmente il contributo dato dal suo braccio destro Fabio Paratici è stato davvero decisivo.
Un ruolo davvero decisivo quello che è stato svolto da Paratici per i colori bianconeri, visto che il suo lavoro di scouting e di conoscenze in ambito europeo e non solo hanno fatto la differenza, sopratutto durante la campagna acquisti.
A Torino, infatti, si fidano davvero ciecamente di ogni mossa di Paratici, convinti che sia uno dei migliori dirigenti che la Juve ha avuto nel corso degli ultimi cinquant’anni.
Anche alla luce di questo ruolo decisivo, la Juventus e il presidente Agnelli in prima persona ha sempre rispedito al mittente qualsiasi tipo di richiesta, anche ufficiosa, da parte di altri club.
Ecco spiegato il motivo per cui, nonostante diverse società hanno proposto un contratto con pieni poteri al direttore sportivo della Juventus, Paratici non ha mai voluto saperne, visto che a Torino ha trovato l’ambiente perfetto per poter svolgere il suo lavoro nel migliore dei modi, anche grazie ad un ottimo budget, oltre alla decennale amicizia con Beppe Marotta, che l’ha preso sotto braccio già ai tempi della Sampdoria.
Ad ogni modo, tante squadre in sede di calciomercato nelle ultime sessioni estive hanno completamente errato degli acquisti: tra queste anche la Roma, che ha avuto dei rendimenti notevolmente differenti da parte di diversi giocatori.
Secondo quanto riportato da Vocegiallorossa.it, però, pare che la società giallorossa abbia provato un vero e proprio colpo gobbo, dato che il patron della Roma in prima persona Pallotta ha cercato in tutti i modi, durante lo scorso mese di febbraio, a convincere Paratici a seguirlo nella Capitale.
Il presidente americano della società giallorossa avrebbe voluto vedere Paratici al comando del suo team per il prossimo mercato estivo, ma si tratta di un progetto che difficilmente potrà nascere.
Infatti, nonostante Paratici pare sia rimasto piuttosto entusiasta della proposta di Pallotta, compreso il budget che avrebbe a disposizione per portare avanti il mercato in sede estiva, le cose sono più complicate di quello che sembrano per colpa di Luciano Spalletti.
L’allenatore della Roma, infatti, vorrebbe avere un ruolo alla Ferguson in società, ovvero con un peso notevole in sede di campagna acquisti e, di conseguenza, i compiti di Paratici sarebbero più marginali.
Paratici avrebbe comunque accettato di buon grado il progetto di Pallotta, potendo contare su un buon budget sia in caso di secondo che di terzo posto, ma proprio la presenza ingombrante di Spalletti nelle decisioni del mercato avrebbe frenato tutta la trattativa.
La Juventus si sarebbe ritrovata, in questo modo, scoperta in uno dei ruoli chiave in società: una grossa perdita sopratutto per quanto riguarda la sua abilità nella scelta dei giocatori.
Paratici ha davvero l’occhio lungo quando si tratta di scoprire nuovi talenti europei anche a basso prezzo, visto quello che è successo alla Juve: Vidal, Pogba e Alex Sandro sono solo alcuni dei campioni che Paratici ha voluto portare a Torino a tutti i costi.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,