Ljajic tornerà a Roma: l’Inter rinuncia al talento serbo

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui
Ljajic Inter Roma
Ljajic torna a Roma, l’Inter ha deciso di non riscattarlo: è questa ormai la notizia che circola con insistenza negli ambienti di mercato e che lo stesso Sabatini ha sostanzialmente confermato quest’oggi.
Arrivato a Milano l’ultimo giorno del mercato estivo, dopo il mancato acquisto di Eder da parte dell’Inter, il talento serbo ha attraversato diverse fasi nel corso della sua esperienza in nerazzurro. Inizialmente Mancini non sembrava vederlo di buon occhio: moltissime panchine e poche occasioni concesse per mettersi in mostra. Poi, giornata dopo giornata, prestazione dopo prestazione, il calciatore di proprietà della Roma sembrava aver convinto il tecnico di Jesi che lo aveva schierato spesso nell’undici titolare. Per alcuni mesi Ljajic ha mostrato continuità di prestazioni, vero tallone d’Achille del calciatore serbo, mettendo in mostra una disponibilità al sacrificio che poche volte aveva dimostrato di possedere nel corso della sua carriera.
Dopo la luna di miele però, è arrivato un periodo nuovamente buio. Il talento di Nova Pozar infatti ha evidenziato i soliti limiti, ormai endemici: primo tra tutti la scarsa capacità realizzativa. Spesso Mancini ha rimproverato a Ljajic la poca cattiveria sottoporta, l’incapacità nel prendere le decisioni migliori quando si entra negli ultimi 16 metri. Insomma, il rapporto tra i due si è incrinato e il serbo è nuovamente finito ai margini della rosa nerazzurra, a vantaggio del suo amico Jovetic.
Ormai la decisione circa il suo futuro sembra essere presa: l’Inter non eserciterà il diritto di riscatto ed il calciatore farà ritorno a Roma. Lo stesso Sabatini, direttore sportivo della squadra giallorossa, intervenuto in un convegno sul calcio a Perugia, ha rilasciato un’importante dichiarazione che non sembra lasciare dubbi sul futuro dell’ex calciatore della Fiorentina: “Sistemeremo tutti gli attaccanti di ritorno dal prestito. Il rinnovo di Ljajic non sarà un problema perché ho già la parola del suo procuratore“.
Dunque l’Inter, dopo averlo valutato per un’intera stagione, ha deciso di non riscattare Ljajic, virando l’attenzione su altri profili di attaccanti: calciatori di qualità, ma che abbiano nei piedi un numero di gol sicuramente superiore a quello che poteva garantire il serbo di proprietà della Roma. Per quest’ultimo invece, si tratta di una nuova occasione persa, vale a dire quella di imporsi in un grande club, ritagliandosi uno spazio importante. Ora dovrà ripartire da Roma o, forse più probabilmente, verrà girato in prestito in altre piazze nella speranza che possa rivalutarsi e dimostrare una volta per tutte il suo reale valore.
In casa Inter invece ci saranno da ridisegnare i piani in vista della costruzione dell’attacco per la prossima stagione: oltra a Ljajic sicuro partente, resta da chiarire la posizione di Stevan Jovetic, mentre a meno di offerte clamorose, i punti fermi resteranno di certo Perisic e Icardi. Eder ha deluso in questi mesi, ma con ogni probabilità gli verrà concessa una seconda chance. In ogni caso servirà reperire sul mercato un attaccante da affiancare a Icardi, in modo da risolvere l’annoso problema del gol che ha rappresentato un grosso limite per l’Inter di Mancini.
L’attenzione della società dunque è rivolta al mercato: la prossima sarà una campagna acquisti da non fallire. Serve tornare nell’Europa che conta.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Pronta una nuova avventura per Vidal?