Bacca rifiuta il West Ham. Scaduto l’ultimatum inglese. Il Milan alle corde

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
GallianiSono scadute le 48 ore che il West Ham aveva dato a Carlos Bacca per decidere se accettare o meno l’offerta del club inglese. Il colombiano non ha cambiato idea e ieri ha ribadito al proprietario degli Hammers, David Sullivan, la propria posizione. L’attaccante non ha intenzione di “retrocedere” in Europa League e vuole attende la chiamata di un club che disputerà la Champions League.  A far cambiare idea non sono serviti i tanti soldi che il West Ham era disposto ad offrire a Bacca, al quale gli Hammers avevano proposto un quadriennale da quattro milioni e mezzo di euro a stagione.  Bacca ha ringraziato ma ha rifiutato l’offerta del club inglese che aveva raggiunto l’accordo con il Milan sulla base di un’offerta da 32 milioni di euro. Il rifiuto del colombiano continua a bloccare il mercato del Milan che appare sempre più lontano da quell’idea che i tifosi rossoneri avevano iniziato ad accarezzare nelle settimane scorse quando si parlò di una pioggia di milioni cinesi da investire nella campagna acquisti. Ad oggi invece il mercato rossonero è fermissimo.

La mancata convocazione per la tournee ha gelato i rapporti

Il no di Bacca al West Ham, oltre ad essere legato all’aspirazione del giocatore colombiano di disputare la prossima Champions League, è stato probabilmente favorito anche dall’esclusione dell’attaccante dai convocati per la tournèe statunitense del Milan. Il colombiano appena sbarcato a Milano aveva dichiarato di essere pronto a partire con la squadra per la trasferta americana salvo scoprire successivamente di essere stato escluso dai convocati. Una scelta quella del Milan che probabilmente è stata presa con l’intenzione di avvicinare Bacca proprio al West Ham. Ma senza risvolti positivi. Anzi adesso il rischio è che si vada ad un muro contro muro tra le due parti con il colombiano, sempre più ago della bilancia del mercato del Milan, che potrebbe continuare a rifiutare qualsiasi proposta non di suo gradimento costringendo il Milan a rivedere le proprie mosse di mercato.
In verità la pista West Ham – Bacca non è ancora completamente tramontata. Infatti gli Hammers hanno deciso di dare un altro paio di giorni di tempo a Bacca per riflettere sul proprio futuro. Lunedì, quando in programma saranno le visite mediche di un altro nuovo acqmimiuisto del club inglese, Calleri, potrebbe essere veramente la giornata decisiva. Quelle da dentro o fuori.  Carlos Bacca spera che in queste ulteriori 48 ore qualche top club possa farsi avanti con il Milan. Il suo sogno è quello di ritrovare Emery al Paris Saint Germain  anche se lo status da extracomunitario impedisce un trasferimento il Ligue 1 a meno che non lasci la Francia uno fra Thiago Silva, Di Maria e Lucas. Sullo sfondo ci sono anche le opzioni Arsenale e Dortmund  che in questi giorni hanno chiesto informazioni tramite alcuni intermediari. Non è da escludere infine la possibilità che il colombiano possa rimanere in rossonero. Una soluzione, però, che in casa Milan non sembra essere presa molto in considerazione a meno che non arrivino presto i soldi dei cinesi…

  •   
  •  
  •  
  •