Mercato Torino, la società granata ha scelto il difensore

Pubblicato il autore: Jordan Cortina Segui


C’è il reparto difensivo da completare per il Torino dopo la cessione di Luca Rossettini al Genoa. Sinisa Mihajlovic ha lasciato partire il centrale che lo scorso anno ha collezionato 30 presenze con la maglia granata dimostrando di essere al centro del progetto tecnico dell’allenatore serbo. Evidentemente però le sue prestazioni non hanno del tutto convinto l’allenatore serbo che ha dato il benestare alla sua cessione a patto che il sostituto sia di livello superiore. La scelta è ricaduta su Lorenzo Tonelli in uscita dal Napoli e soltanto in attesa di avere il via libera per raggiungere i suoi nuovi compagni di squadra a Torino.

Il calciatore è reduce da un’esperienza non certamente positiva nel capoluogo partenopeo doveva aveva raggiunto il suo mentore Sarri il quale, però, gli ha preferito Albiol e Koulibaly, relegandolo anche alle spalle di Maksimovic e Chiriches nei cambi per i due titolari. Per lui, anche a causa di un infortunio, ci sono state soltanto 3 presenze condite da 2 reti, davvero poco per un ragazzo di 27 anni che stava facendo decollare la propria carriera. Questa volta l’ex centrale dell’Empoli è riuscito a battere la concorrenza di Paletta e avere la preferenza di Mihajlovic che lo attende a braccia aperte dopo il ritorno dei play off di Champions League da parte del Napoli per i quali, comunque, non dovrebbe essere convocato come accaduto per l’andata. Sarri lo sta tenendo ancora per qualche giorno e lo mollerà solo quando sarà sicuro che non avrà bisogno della sua presenza a Nizza. L’accordo tra le due società è già stato trovato sulla base di 1 milione di euro per il prestito e 6 per il diritto di riscatto.

Con Tonelli il Toro andrà dunque a completare la rivoluzione in difesa che ha visto le partenze di Rossettini, Castan, Ajeti e Carlaò rimpiazzati da Lyanco, Bonifazi, N’Koulou e tra poco Tonelli. Manca ancora il tassello relativo all’esterno per il riempire il quale non mancano le alternative. Il preferito del tecnico granata si chiama Niang che aveva già trovato l’accordo con lo Spartak Mosca ma ha vacillato di fronte al tentativo del club piemontese di portarlo al Filadelfia, avvenuto poco prima delle visite mediche che i russi avevano fissato a Roma per l’esterno del Milan. Se le due società riusciranno a trovare l’accordo, Niang andrà a parlare con Petrachi e Cairo per trovare l’intesa sull’ingaggio e vestire di granata restando in un campionato più competitivo dal punto di vista tecnico rispetto a quello russo. Niang potrebbe ricoprire tutti i ruoli della trequarti nel 4-2-3-1 impostato da Mihajlovic per questa stagione e sarebbe davvero un colpo importante.

In alternativa il Torino continua a parlare con il Genoa per Lazovic approfittando anche della trattativa che c’è in piedi con i liguri per Maxi Lopez. C’è poi il giovane talento portoghese del Monaco Rony Lopes che piace molto ma non c’è l’accordo tra le due società per il prezzo del cartellino che il Torino ritiene eccessivo. Sullo sfondo anche il laziale Kishna proposto nelle scorse ore ai granata che ci stanno riflettendo, sarebbe ovviamente una scelta di ripiego.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: