Calciomercato Roma, Monchi chiarisce: “Se arriveranno offerte, le valuteremo. Vogliamo rinforzarci”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui


Roma, il direttore sportivo della società capitolina, Monchi, è una furia e, a margine della consueta conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Inter, ha voluto chiarire la posizione della dirigenza in merito alle voci che circolano nelle ultime ore: “Voglio parlare direttamente ai tifosi in italiano. Siamo costretti a fare chiarezza – esordisce il dirigente giallorosso -. Da molti giorni la Roma viene descritta sui giornali come una società in smobilitazione, addirittura ho letto che stiamo cedendo giocatori a loro insaputa. Si tratta di una ricostruzione fuori dalla realtà. Non può essere una colpa avere giocatori forti che interessano a tanti club – aggiunge Monchi -. Se arriveranno offerte sarà mio dovere ascoltarle, così come vengono ascoltate le mie altrove“.

Lo stesso dirigente giallorosso ha voluto anche fare il punto della situazione sul mercato romanista: “Lo stesso che facevo a Siviglia, anche qui sono nelle condizioni di dover prendere delle decisioni. Ho fatto il triplo delle telefonate verso altri direttori sportivi per cercare calciatori rispetto a quelle ricevute per i nostri – chiarisce l’ex portiere spagnolo -. La Roma non va a caccia di offerte in giro per il mondo e soprattutto non vuole ridimensionare la rosa. Il nostro obiettivo è rinforzare la squadra. Un d.s. è sempre contento quando i nomi dei calciatori che sta seguendo non escono sui giornali, ma non pensate che stia dormendo”.

Proprio stamane il quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport faceva il punto della situazione in merito alla situazione economico-finanziaria del club capitolino. Di certo la Roma non vive un momento brillante: stando a quanto si apprende dalle colonne della “rosa”, da quando la società capitolina è stata acquisita dalla cordata capeggiata da James Pallotta, la dirigenza giallorossa ha realizzato plusvalenze derivanti dall’aumento di valore di alcuni calciatori in rosa per cifra che si aggira attorno ai 301 milioni di euro,
Il picco delle entrate si è avuto proprio la scorsa stagione, in virtù delle cessioni illustri di pezzi pregiati quali Rudiger, Paredes e Salah. Dalla loro cessione la Roma ha introitato la cifra record di circa 95 milioni di euro, quasi un terzo di quanto è entrato nelle casse della società in tutti questi anni.

Ma vi è di più: le uscite esose caratterizzate essenzialmente dalla necessità di rendere competitiva la rosa, per arrivare nella circostanza a scalare le vette della classifica ed accaparrarsi i tanto ambiti premi UEFA, hanno giocoforza costretto la Roma a mettere mano al portafogli per investire sui cartellini ed aumentare gli stipendi dei calciatori, raggiungendo due stagioni fa la cifra record di 155 milioni, per poi scendere agli attuali 145.
Alla luce di una siffatta gestione deficitaria, urge mettere i conti a posto: le perdite si attestano attorno ai 41 milioni e l’unica fonte di remunerazione è rappresentata esclusivamente dal piazzamento Champions, anche perché in ambito commerciale sono ben poche le entrate, un importo quasi irrisorio per qualsivoglia tentativo di risanamento del bilancio.

Proprio per questo si paventa lo spettro della possibile cessione di pezzi pregiati: su Dzeko e Nainggolan in primis il mercato non manca. Potrebbe essere l’occasione propizia per completare l’opera quanto meno di pareggio del bilancio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,