Calciomercato Serie A, “Sei personaggi in cerca d’autore”

Pubblicato il autore: Samuele Zagagnoni Segui

Nella nota opera teatrale di Luigi Pirandello, “Sei personaggi in cerca d’autore”, ci sono sei personaggi che si sentono abbandonati dallo stesso autore che li ha creati. Per questo motivo cercano disperatamente qualcuno che sia disposto a rappresentare le loro storie. Quello che racconta la brillante opera può essere, con una buona dose di fantasia, trasposto in chiave simbolica nel calciomercato. Infatti, non sono pochi i casi in cui i giocatori sentendosi traditi dalle stesse squadre che avevano puntato su di loro e cercando di evitare di finire nel dimenticatoio avvertono l’esigenza di trovare qualche club che sia disposto a dare uno slancio alla loro carriera. Tra tutti i calciatori,  che potrebbero astrattamente essere presi in considerazione, si è deciso di parlare della storia di questi sei:

1. Khouma Babacar: Il giovane attaccante senegalese, classe 1993,  dopo i vari prestiti in Serie b per farsi le ossa, fa parte della rosa della Fiorentina dalla stagione 2014/2015. In tre anni e mezzo è sceso in campo in 98 occasioni mettendo a segno ben 27 goal. La media reti è da attaccante di prima fascia. soprattutto se si tiene in considerazione che molte delle presenze del Khouma sono da subentrato. Tuttavia, il club viola non ha mai puntato fino in fondo sul giocatore, tant’è che se nelle scorse stagioni veniva considerato la riserva di Nikola Kalinic, quest’anno nelle gerarchie di Pioli si trova dietro al Cholito Simeone. Per questo motivo il mercato intorno al senegalese si sta muovendo. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, sul giocatore ci sarebbero tre club inglesi (Crystal Palace, Brighton e West Bromwich Albion) e, defilati, due club italiani come Sassuolo e Spal. Nessun club, però, si sarebbe avvicinato alla richiesta, di 15 milioni di euro, avanzata dai viola.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Torino-Lazio: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

2. Giampaolo Pazzini: Il “pazzo” è un giocatore d’esperienza e dal sicuro rendimento. Ciò nonostante Fabio Pecchia , per la salvare la sua squadra, non sta puntando pienamente su di lui, considerandolo solamente un’alternativa. Eppure un giocatore che può vantare ben 111 goal in Serie A meriterebbe una maggiore considerazione. Ad oggi, per via del pesante ingaggio (1,3 milioni), percepito a Verona dall’attaccante, non ci sono molti club disposti a scommettere sulla voglia di riscatto del “pazzo”. Qualche timido sondaggio è stato portato avanti da SassuoloTorino senza che vi sia stato un effettivo affondo. Se la situazione dovesse rimare questa, Pazzini potrebbe diventare una delle occasione da ultimi giorni di mercato.

3. Lucas Boye: Il fantasista argentino è approdato al Torino nell’estate del 2016. In un retroscena di mercato, venuto alla luce qualche mese fa, si è evidenziato che il mancato acquisto del giocatore alla Roma avrebbe convinto, ancora di più, Sabatini a dimettersi. Le parole del d.s., in riferimento al giocatore, furono le seguenti “perso questo giocatore ho capito di non meritare più la Roma. Odio averlo perso, mi far star male, mi sento morire”. Parole forti che, però, non trovano ancora giustificazione. Boye, infatti, a Torino è tutt’altro che esploso. Ad oggi si conta un solo goal in Serie A. Per l’operazione rilancio il giocatore potrebbe sfruttare gli interessamenti di Verona (oggi più freddo) e Benevento (più concreto).

Leggi anche:  Sky o Dazn? Dove vedere Spezia Juventus: diretta tv e streaming

4. Godfred Donsah: Ad ottobre, l’agente del giocatore, Oliver Arthur, aveva aperto alla possibilità di vedere il giocatore con la maglia dell’Inter a gennaio. Oggi  sembrerebbe che la squadra neroazzura sia intenzionata a perseguire altri obiettivi come Rafinha e Ramires. Il giovane centrocampista ghanese potrebbe quindi restare ancora al Bologna. Mister Donadoni lo sta utilizzando spesso ma non lo considera ancora come un titolare fisso. Eppure, dopo le prime stagioni al Cagliari le premesse sembravano essere diverse. Sul giocatore, nel recente passato, si è mosso con insistenza anche il Torino. Con l’addio di Mihajlovic (e il conseguente arrivo di Mazzarri) l’interessamento sembrerebbe essersi raffreddato. Nell’edizione odierna, Tuttosport ha sottolineato che la trattativa potrebbe riaprirsi solamente se il Bologna dovesse abbassare l’attuale richiesta di 10 milioni.

5. Riccardo Saponara: Il centrocampista italiano dai piedi educati sta vivendo un momento difficile a Firenze. Superati i fastidiosi problemi fisici che  hanno condizionato il suo avvio di stagione si è ritrovato ai margini della squadra di Pioli. Il tecnico, in una recente intervista, lo ha indicato come possibile sorpresa del girone di ritorno. Staremo a vedere se la profezia si avvererà. Come evidenziato anche dal noto commentatore di Sky, Lele Adani, intervistato a Tuttomercatoweb, si potrebbe anche pensare di “darlo in prestito se (lo stesso) non dovesse riuscire ad esprimersi con un pochino di continuità”. L’unica certezza risiede nel fatto che un talento del genere, come mostrato nelle stagioni all’Empoli, ha il dovere di non disperdersi.  Il Sassuolo sta timidamente sondando il terreno.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Fiorentina-Inter: diretta TV e streaming, DAZN o SKY?

6. Dodò: Il terzino brasiliano, portato in Italia da Walter Sabatini, è ostaggio, per via del suo elevato ingaggio, alla Sampdoria. Mister Giampaolo ha dimostrato di non voler puntare sul ragazzo tanto che in questa stagione il giocatore non è ancora sceso in campo. Classe 1992, il terzino ha tutte le possibilità di rilanciarsi e riuscire a dimostrare di essere, almeno in parte, quel giocatore che prometteva di diventare. Nel mercato di gennaio è stato cercato da Cagliari, Spal e Benevento, ovvero tutti club che potrebbero permettergli di dare una svolta alla sua (ad oggi tutt’altro che gloriosa) carriera.

  •   
  •  
  •  
  •