Calciomercato Torino, Cairo allontana Donsah: “Penso che non sia fattibile”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

during the Serie A match between Torino FC and Cagliari Calcio at Stadio Olimpico di Torino on October 29, 2017 in Turin, Italy.
Sulla trattativa tra Torino e Bologna per il centrocampista ghanese, Donsah, ha parlato poco fa il presidente dei granata, Urbano Cairo. Queste le sue dichiarazioni: “Donsah al Torino? Vediamo se è una cosa fattibile, non ne sono sicuro. Se si può fare qualcosa ancora, Donsah o altre opportunità, volentieri”. Parole che lasciano intendere le difficoltà dell’affare che difficilmente si concluderà entro le 23:00 di questa sera. Poi sull’uscente Boyè dice: “In molti ce lo chiedono, probabilmente è giusto che vada a giocare perché ci sono tanti attaccanti da noi e probabilmente per lui è giusto avere la continuità per dimostrare le qualità che ha, che sono tante. Poi è un giovane e credo che sia una cosa buona trovare la soluzione giusta per lui”. L’attaccante argentino approderà al Celta con la formula del prestito secco.

Leggi anche:  Torino, "quarto d'ora granata" sostituisca "quarto d'ora da stupidi"

Torino-Donsah, manca l’accordo con il Bologna

Alle 23:00 chiuderà ufficialmente la finestra di mercato invernale. Nonostante ciò, tante sono le società ancora impegnate a cercare di piazzare gli ultimi colpi di mercato. Tra queste troviamo il Torino di Urbano Cairo. I granata da giorni ormai stanno lavorando per tentare di portare in Piemonte il centrocampista ghanese del Bologna, Donsah. I felsinei si sono detti disposti a lasciar partire il ragazzo, a patto che venga soddisfatta la richiesta del club di 10 milioni di euro. Finora il Torino ne ha offerti 7, la distanza non è tanta ma, vista la resistenza mostrata dal Bologna a scendere sotto quella cifra, la trattativa inizia a diventare complicata. Come sappiamo il Torino ha già raggiunto un accordo con Donsah, dunque l’ultimo ostacolo è rappresentato proprio dalla società emiliana.

Leggi anche:  Risultati Serie A 9° Giornata: Milan ancora vittorioso, il big match Napoli-Roma va ai partenopei

Il motivo per il quale il Bologna non intende scendere sotto i 10 milioni è percepibile se si fa un salto alla stagione 2015-2016, quando i felsinei acquistarono Donsah dal Cagliari con la formula del prestito con diritto di riscatto, spendendo complessivamente 8 milioni di euro.

I sardi in quell’occasione riuscirono a strappare anche un accordo che prevedeva il 20% di una futura rivendita del giocatore. Ora, facendo due conti, se il Bologna vendesse al Torino Donsah per 7 milioni (offerta dei granata), andrebbe incontro ad una minusvalenza non certo gradita a Bigon e Fenucci. Ecco spiegato, dunque, il motivo di questa fermezza degli emiliani a non essere disposti a scendere sotto quella cifra.

  •   
  •  
  •  
  •