Caressa:”Vendere Dzeko un affare per la Roma. Servono tre rinforzi a Di Francesco”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Fabio Caressa convinto della non indispensabilità di Dybala
Caressa dice la sua sulla Roma
. In uno dei consueti studi all’interno di Sky Sport 24 è intervenuto Fabio Caressa. Il giornalista ha fatto il punto sulla situazione giallorossa. Argomento caldo naturalmente la possibile partenza di Dzeko verso il Chelsea.Dal punto di vista industriale questo è un grande affare per la Roma. Vendere a 30 milioni di euro un giocatore di 32 anni è giusto. Peraltro il bosniaco non sembra molto affiatato con gli schemi di Di Francesco”. Caressa ha anche parlato del sostituto di Dzeko:Se la Roma ha speso oltre 40 milioni di euro per Schick vuol dire che si ha fiducia nel giocatore. Poi se si sarà sbagliato è un disastro. Il giornalista Sky ha anche parlato dei possibili arrivi in casa giallorossa:”Servono tre acquisti a Di Francesco, per chiudere bene la stagione e provare ad andare avanti in Champions League”.

“Un laterale difensivo, un centrocampista e un esterno d’attacco”, queste le urgenze sul mercato secondo Caressa per la Roma. “Il match contro l’Inter ha evidenziato le lacune dell’organico giallorosso. Di Francesco non poteva fare molto di più con quello che aveva a disposizione”. Il giornalista Sky però sottolinea che non sarà facile muoversi sul mercato:” I limiti del Fair Play Finanziario non permettono grandi investimenti alla Roma. I giallorossi potranno prendere giocatori in prestito con diritto o obbligo di riscatto”. Purtroppo questi sono i costi da affrontare in ottica stadio. Vedremo se Dzeko partirà davvero, giorni caldissimi per la Roma.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Fiorentina-Inter: diretta TV e streaming, DAZN o SKY?

Fabio Caressa ha ragione, vedere un giocatore di 32 anni al doppio di quanto lo si è acquistato è un grande affare economico. Ma quale messaggio lancia la Roma ai suoi tifosi? Vendere il proprio centravanti titolare a gennaio è da grande squadra? Pensiamo di no. E’ vero, Dzeko non sta segnano come la passata stagione. Altrettanto vero è che al suo fianco manca quel formidabile apriscatole che risponde al nome di Momo Salah. I guai giallorossi sono cominciati proprio con l’addio dell’egiziano.

Non solo con la sua partenza la Roma ha perso un grandissimo giocatore, ma non ha neanche monetizzato come avrebbe potuto. Coutinho è stato venduto per 160 milioni di euro dal Liverpool, quattro volte di più di quanto speso dai Reds per Salah. L’egiziano poi non è stato sostituito a dovere. Mahrez è rimasto un miraggio, Defrel e Under non sono mai stati presi davvero in considerazione per quel ruolo. Intanto domani c’è anche una partita. Il recupero contro la lanciata Sampdoria di Giampaolo. Una partita fondamentale  per Di Francesco. L’allenatore giallorosso è apparso piuttosto teso in conferenza stampa. Come dargli torto. Il tecnico abruzzese non sa neanche se domani Dzeko sarà un giocatore della Roma. Non proprio il massimo per una squadra che è alla ricerca di sé stessa da più di un mese e che rischia di perdere pezzi importanti della sua rosa. Dopo quelli già persi in estate. In tutto questo marasma la domanda sorge spontanea, che fine ha fatto James Pallotta?

  •   
  •  
  •  
  •