Juventus, l’agente di Pjaca: “Allo Schalke per giocare ma tornerà in bianconero”

Pubblicato il autore: Alessandro Consiglio Segui

Marko Pjaca dalla Juventus allo Schalke 04 ! Questa la notizia ufficiale di poco più di una settimana fa che vede protagonista il classe 1995 croato. Ambientamento subito positivo visto il gol nella prima amichevole, nella vittoria per 2 a 1 che ha visto protagonisti i tedeschi contro la squadra belga del Genk. Sul tema è tornato a parlare il suo agente, Marko Naletilic, ospite di Radio Vecchia Signora, rilasciando delle dichiarazioni indicative sul futuro del suo assistito.
La motivazione del trasferimento, espressa dall’agente, non riguarda una questione tecnica all’interno della squadra bianconera, bensì di continuità del giocatore stesso.
Queste le sue parole: ” Nessuno di noi ha mai detto che lui voglia lasciare la Juve, è andato in Germania soltanto per giocare ed essere così convocato al Mondiale. Nella scelta di Pjaca hanno inciso anche le buone prestazioni con la Primavera, lo hanno aiutato molto a livello mentale”.Abbiamo convinto noi Marotta e Paratici – prosegue l’agente – Marko è troppo forte per non giocare titolare allo Schalke 04. Il trasferimento è dovuto anche all’allenatore, Domenico Tedesco, che lo stima molto”.
Questa la versione dei fatti dell’agente del giovane croato, con il quale cerca di rispondere alla perplessità di molti tifosi juventini sulla cessione di Pjaca, motivata ulteriormente dalla notizia successiva riguardante l’infortunio di Paulo Dybala, che lo vedrà fuori dal rettangolo di gioco per circa 40 giorni.
Proprio all’infortunio dell’argentino ha fatto riferimento Naletilic: “Se avessimo saputo dell’infortunio di Dybala, magari sarebbe cambiato qualcosa…”.

Naletilic si è quindi soffermato sulle caratteristiche tecniche e tattiche del giovane calciatore croato: “Pjaca è forte nell’uno contro uno, potrebbe anche fare la prima punta, ovviamente in un modo diverso da Gonzalo Higuain. Deve imparare i movimenti da punta, ma può essere il suo futuro”.
Queste ultime dichiarazioni sono in linea con la considerazione che lo stesso tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha di Pjaca, visto che più volte ha elogiato le sue qualità tecniche e specialmente la sua duttilità, che lo potrebbe portare ad essere in futuro il sostituto ideale di Gonzalo Higuain come centravanti.
Proprio quest’ultimo è un argomento preso in considerazione nell’ultimo periodo all’interno dell’ambiente bianconero, non solo perché siamo in piena sessione di mercato, ma soprattutto perché è viva la consapevolezza che un sostituto del Pipita vada trovato per non farsi trovare impreparati in futuro. Per cui Marko Pjaca rimane un giocatore da monitorare attentamente, a partire dall’impegno che lo Schalke avrà in casa del Lipsia il prossimo weekend di Bundesliga. La Juve lo aspetta e ci spera. Il crack potrebbe essere già in casa.

Arrivato nel giugno 2016 dalla Dinamo Zagabria, a Torino, Marko Pjaca colleziona, prima del brutto infortunio del 28 marzo scorso in occasione di un impegno con la propria nazionale, 20 presenze e un gol tra campionato, Champions League e Coppa Italia. Impiegato soprattutto come esterno d’attacco, a destra o a sinistra, si è fatto notare per velocità, dribbling e forza fisica, ma nonostante le qualità indiscusse e riconosciutegli, il ventiduenne croato non è riuscito a mantenere la continuità di rendimento recessaria per scrollarsi di dosso il peso di incognita che grava su di lui.

  •   
  •  
  •  
  •