Mercato Juve, servono rinforzi, squadra troppo corta

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui

 

TURIN, ITALY - OCTOBER 25: Federico Bernardeschi of Juventus celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Juventus and Spal on October 25, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

La Juventus, contro il Chievo, ha centrato il nono risultato utile di fila dopo la batosta di Genova contro la Sampdoria. La squadra di Massimiliano Allegri, in questo mini ciclo, ha diversi simboli. Il primo è il polacco Szczesny, trovatosi titolare da un momento all’altro dopo il ko di Buffon e fattosi trovare sempre pronto. Grandi parate, innate doti da leader e la sicurezza mostrata hanno confermato che l’ex Roma è il sostituto ideale per l’attuale numero uno bianconero. Il secondo simbolo è Medhi Benatia, che sta definitivamente cancellando il rammarico per l’addio di Bonucci. Da quando è titolare la Juventus ha preso gol solo nella trasferta contro l‘Hellas Verona. Il terzo simbolo è Gonzalo Higuain, tornato al gol ieri sera dopo sei partite di digiuno (non segnava dalla trasferta del San Paolo) e a cui la Juventus si aggrappa visti i ko di Dybala e Cuadrado. L’ultimo simbolo è rappresentato proprio dai ko del colombiano e del numero 10, aggravato dalla partenza in prestito di Pjaca, direzione Schalke 04. Se in estate la Juventus sembrava anche troppo fornita nel reparto offensivo, ad oggi la squadra di Allegri si trova con soli quattro giocatori disponibili per tre posti. Ecco perchè si stanno valutando diversi profili per il mercato.

 

Mercato Juve: l’attacco- Come detto prima, l’attacco bianconero è stato decimato dagli infortuni. Per Cuadrado si c’è il rischio di un’operazione che potrebbe tenerlo fuori fino a fine stagione. Per Dybala c’è preoccupazione in vista della doppia sfida di Champions League con il Tottenham. Beppe Marotta e Fabio Paratici, quindi, si sono messi subito al lavoro per cercare di portare sotto la Mole un altro giocatore offensivo. Uno dei nomi circolati nei giorni scorsi è quello di Matteo Politano, numero 16 del Sassuolo. L’ex Roma, però, avrebbe già espresso la sua preferenza nei confronti del Napoli e, quindi, difficilmente indosserà la casacca della Juventus. Un altro nome è quello del belga dell’Atletico Madrid Ferreira Carrasco, autore del gol che illuse i colchoneros nella finale di contro il Real Madrid del 2016. Carrasco è in rotta con il club e con Simeone, ma l’eccessivo costo del suo cartellino (50 milioni) rende quasi impossibile la trattativa (occhio poi alla Roma che avrebbe individuato in lui il sostituto del partente Dzeko). Infine la trattativa Han. Il nord coreano di proprietà del Cagliari, ma che sta ben figurando a Perugia, è molto vicino alla Juventus, che, oltre a una decina di milioni, sarebbe pronta a inserire nella trattativa il cartellino di Alberto Cerri.

Mercato Juve: il centrocampo- Altro reparto che Marotta vuole rinforzare è il centrocampo. Visto l’infortunio di Marchisio e lo scarso rendimento di Sturaro, i bianconeri avrebbero provato ad anticipare l’arrivo del tedesco Emre Can, trovandosi però di fronte il muro eretto dal Liverpool (la trattativa dovrebbe però concretizzarsi a giugno). Sempre con il Cagliari, poi, si è parlato di Nicolò Barella, che tanto bene sta facendo alla prima stagione da titolare. Barella, insieme all’altro osservato speciale Pellegrini, è uno dei nuovi talenti che andranno a rinforzare la Nazionale del futuro e, per entrambi, ci sono già molte richieste da parte di alcuni top club europei. Il più “facile da prendere”sarebbe Pellegrini, nel cui contratto è prevista una clausola di rescissione di 25 milioni di euro.

  •   
  •  
  •  
  •