Mercato Juventus, a gennaio nessun movimento. Per giugno opzionati Jankto e Barak dell’Udinese

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

La Juventus, come già sostenuto da Giuseppe Marotta nel corso della diretta su Sky Calciomercato, non investirà nel corso della sessione invernale. E’ ormai consuetudine per i bianconeri non stravolgere l’assetto della squadra a stagione in corso, onde evitare problemi di natura tattica che potrebbero sconvolgere il gioco di Massimiliano Allegri. Ecco spiegato il motivo per cui la Juventus ha portato sotto la Mole giocatori come Rincon e come Matri negli scorsi anni, senza dimenticare gli acquisti effettuati solo per una questione numerica, come nel caso di Anelka nel 2013.

Quest’anno la musica non cambia: a meno di trattative lampo dove Marotta e Paratici colgono l’occasione per intavolare una trattativa, alla Juve non arriverà nessuno, ma si continuerà a lavorare in prospettiva, mettendo sotto contratto giocatori giovani che verranno prestati ad altre società, come accaduto lo scorso anno con il giovane Orsolini, ad esempio, e come sta avvenendo in queste ore con Del Sole, esterno destro del Pescara che Allegri vorrebbe aggregare fin da giugno alla prima squadra.

Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona

Per quanto riguarda il mercato dei titolari, Marotta e Paratici hanno già praticamente ingaggiato Emre Can del Liverpool, anche se lo stesso centrocampista dei Reds ha allontanato le voci di un presunto accordo con la Vecchia Signora. Oltre al possibile arrivo di Emre Can alla Juventus nella prossima estate, si segue con interesse anche il centrocampista dell’Atalanta Bryan Cristante, pallino di Allegri sin dai tempi del Milan, e non solo, dato che con la Roma potrebbe essere messa in atto un’operazione simile a quella che ha portato Pjanic sotto la Mole, con protagonista il giovane Pellegrini, profilo che ha suscitato molto interesse dalle parti di Corso Galileo Ferraris.

In tutto questo, lo scontento potrebbe essere Claudio Marchisio, il quale, come ampiamente accennato nei giorni scorsi, avrebbe preso in considerazione l’idea di trasferirsi altrove, all’estero, nonostante lo striscione apparso sui cancelli di Vinovo, esposto dai tifosi della Juventus che vorrebbero il principino sempre a Torino.
La sua scelta potrebbe essere condizionata anche dai sondaggi che Marotta e Paratici hanno effettuato nei giorni scorsi con l’Udinese, selezionando Jankto e Barak come possibili arrivi nel prossimo mercato estivo. Il possibile arrivo di almeno uno dei due centrocampisti, idea piuttosto probabile data la stima reciproca tra le due società, potrebbe causare la partenza non solo di Marchisio, ma anche di Khedira, il quale nella stagione corrente è spesso risultato deludente sul terreno di gioco. Per riuscire ad acquistare Jankto e Barak, la Juventus dovrebbe battere la concorrenza di Milan e Napoli, i cui partenopei, secondo quanto riportato da “Il Mattino” sarebbero molto interessati ad ingaggiare il giocatore ceco dell’Udinese.

  •   
  •  
  •  
  •