Mercato Milan: Baselli a gennaio. I rossoneri ci provano ma il Torino fa muro

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Mercato Milan
Mercato Milan, inizia a prendere forma la versione 2.0 della formazione rossonera, interessato ad acciuffare disperatamente un posto nell’Europa che conta, per salvare una stagione deludente sotto certi aspetti dal punto di vista dei risultati, per niente positivi in ottica campionato.
L’avvicendamento sulla panchina del Milan di Gattuso al posto dell’esonerato Montella non ha sortito gli effetti sperati e, alla luce delle opache prestazioni delle ultime giornate della massima serie, preoccupa e non poco il vertiginoso distacco dal primo posizionamento utile per l’Europa League, minimo sindacale per una società che è rinomata sul fronte internazionale quale club plurititolato al mondo. Una stagione senza coppe sarebbe un brutto contraccolpo per il Milan che, tra le altre cose, deve risolvere anche la grana seetlement agreement, prossimo all’attuazione, dopo la ormai nota bocciatura del tanto agognato voluntary, con tutte le conseguenze che potrebbero derivarne dalla mancata realizzazione del piano prospettato in collaborazione con l’UEFA per il raggiungimento del cosiddetto break even, ossia il pareggio di bilancio.
Sulla base di queste premesse, il duo Fassone-Mirabelli sta iniziando a vagliare le possibilità alternative al fine di garantire un concreto salto di qualità alla formazione allenata dal tecnico nativo di Corigliano Calabro, ma a costi decisamente contenuti.

Leggi anche:  Torino, Giampaolo pre Torino-Spezia: "Guardiamo avanti o siamo morti"

Mercato Milan, i possibili colpi del club rossonero

In cima alla lista dei desideri c’è senza dubbio Daniele Baselli: il centrocampista del Torino è particolarmente apprezzato dal Milan e proprio per questo motivo sondato nelle ultime ore. I rossoneri  come nome buono per la mediana. I rossoneri vorrebbero chiudere l’affare già a partire da questa finestra di mercato, ma il Torino, complice anche la drammatica situazione in campionato, con conseguente eliminazione dalla Coppa Italia e collegato esonero di Mihajlović, gradirebbero tenerselo.
In realtà Baselli era l’uomo ricercato dal club di via Aldo Rossi già dai tempi dell’Atalanta, quindi a tutti gli effetti il centrocampista granata sembra essere l’identikit giusto per rinforzare la rosa. L’occasione dunque potrebbe essere giusta per limare eventualmente i dettagli di un accordo che verosimilmente potrebbe concludersi la prossima estate, considerata la forte resistenza della società del patron Urbano Cairo.

Leggi anche:  Torino, il sostituto di Meité arriva dal Parma!

Tra gli altri nomi allo stesso modo inseguiti dal Milan, di sicuro un posto altrettanto di rilievo lo occupa Jakub Jankto: se con Delneri la cessione sembrava alla portata, il ritrovato feeling con Oddo sembra allontanare almeno per il momento lo spettro di una probabile cessione. Il patron Pozzo vorrebbe incassare una lauta plusvalenza e potrebbe riuscire nel suo intento solo confidando nella plausibile opportunità di crescita che appunto Jankto potrà realizzare sotto la cura del neo tecnico bianconero.
Per questi motivi, come per Baselli, anche per il calciatore ceco dell’Udinese il Milan dovrà giocoforza accomodarsi ed attendere preferibilmente la prossima sessione di calciomercato, quella estiva, che potrebbe regalare, anziché nomi altisonanti e piuttosto onerosi, alcuni colpi importanti low cost e di prospettiva che garantirebbero da un lato l’atteso pareggio di bilancio e al tempo stesso un giusto mix di giovani che contribuirebbero con la loro ventata di freschezza ad un futuro più roseo per i colori rossoneri.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,