Real Madrid, l’anno della grande rivoluzione? Zidane smentisce:”Ronaldo resta qui”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Real Madrid, rivoluzione in estate?
Dopo tre Champions League vinte in quattro anni, questa sembra un stagione di vacche non tanto grasse al Santiago Bernabeu. E’ vero gli uomini di Zidane hanno vinto la Supercoppa Europea e il Mondiale per Club, ma quando ti chiami Real Madrid i processi sono sempre dietro l’angolo. Meno 19 dal Barcellona in Liga, un ottavo di Champions molto complicato contro il Paris Saint Germain e i mal di pancia di Cristiano Ronaldo. Florentino Perez starebbe meditando una vera e propria rivoluzione per la prossima estate. Il tridente Bale-Benzema-Ronaldo potrebbe essere smontato del tutto. L’ago della bilancia è naturalmente il fuoriclasse portoghese. Cr7 è sul mercato, sembra che Perez voglia a tutti i costi Neymar. L’unico modo per arrivare al brasiliano, ex Barcellona, è quello di vendere il cinque volte Pallone d’Oro. In Spagna circolano voci di un fantascientifico scambio tra i due fenomeni. Il portoghese potrebbe essere usato come moneta di scambio per arrivare a O’Ney. Il brasiliano non si troverebbe granché bene a Parigi, nonostante sia arrivato solo da qualche mese. Neymar al Real Madrid sarebbe uno smacco clamoroso per il Barcellona. 17 anni dopo quello di Figo si consumerebbe un altro clamoroso tradimento dal blaugrana al blanco. Non è tutto. Anche Bale e Benzema potrebbero lasciare Madrid nei prossimi mesi. Il gallese agita le notti di José Mourinho, che lo porterebbe personalmente sulle spalle a Old Trafford. Benzema convive da tempo con i fischi del Bernabeu. I tifosi del Real Madrid non vedono di buon occhio (eufemismo) il francese. Secondo loro è stato lui la causa della partenza di Morata, beniamino dei tifosi merengues. Al momento è fantacalcio, ma tutti i pezzi del puzzle potrebbe incastrarsi.

Una cosa a cui non sembra pensare Zinedine Zidane, l’allenatore dei campioni d’Europa in carica, che parlando nelle scorse ore in conferenza stampa del possibile addio di Cristiano Ronaldo a fine stagione, ha ammesso: «Non mi immagino un Real senza di lui, ho già detto tante volte che è nella squadra in cui deve essere. Se vuole guadagnare di più deve dirlo al club, non devo parlarne io».

Real Madrid, ecco i sostituti della BBC

Via Ronaldo per Neymar. Via Bale e Benzema per tanti soldi. Questo sarebbe il disegno che aleggia nella mente visionaria di Florentino Perez. Un po’ come fece nell’estate del 2009, quando il presidente del Real Madrid portà al Bernabeu nella stessa estate: Cristiano Ronaldo, Kakà e Benzema. Sono Robert Lewandowski e Eden Hazard i colpi “galacticos” che ha in mente Perez. Il bomber polacco del Bayern è da tempo nel mirino del Real ed è graditissimo a tifosi madridisti. Stessa cosa per il belga del Chelsea, da tempo nelle mire dei campioni d’Europa. I conti potrebbero quadrare, anche se le ipotesi al riguardo sono ardite.

Conti alla mano. Bale verrebbe ceduto per non meno di 100 milioni di euro. Soldi che andrebbero versati al Bayern Monaco per Lewandowski. Milione più, milione meno. Qualcosa meno si dovrebbe incassare per Benzema, che ha comunque tanti estimatori in giro per il mondo. I soldi della cessione del francese serviranno per convincere Abramovich a cedere Hazard. Il belga è in scadenza nel 2020. Una situazione contrattuale che non blinda assolutamente l’ex Lille. La cifra per portarlo al Bernabeu potrebbe essere inferiore ai 100 milioni di euro. Nella faccenda poi potrebbero rientrare anche gente come Cavani, Dybala e Icardi. Sembra più il Monopoli che il calciomercato, è vero. Nel calcio di oggi, tra sceicchi e cinesi, i soldi hanno più o meno il valore di quelli usati nel celeberrimo gioco da tavola. Dall’Italia possiamo ammirare e invidiare, schiavi della tagliola del Fair Play Finanziario. Ma poi funziona davvero per tutti? Boh.

  •   
  •  
  •  
  •