Inter, il Manchester City punta Skriniar. Pronti 65 milioni per lo slovacco

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

 

CAGLIARI, ITALY - NOVEMBER 25: Marcelo Brozovic of inter celebrates his goal 0-2 with the team mates during the Serie A match between Cagliari Calcio and FC Internazionale at Stadio Sant'Elia on November 25, 2017 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

(Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Il Manchester City attuale padrone indiscusso della Premier League inglese, non ha nessuna intenzione di smettere di acquistare, i più forti giocatori del momento. I cityzens ora, stanno spaventando l’Inter e i suoi tifosi, con un’offerta considerevole, per il difensore centrale slovacco, Milan Skriniar, lo sceicco Mansour è disposto a mettere sul piatto 65 milioni di euro, per portare in Inghilterra, il difensore centrale dei nerazzurri ex Sampdoria. La squadra di Pep Guardiola, vuole continuare ad investire in difesa, dopo gli acquisti milionari di Kyle Walker, Benjamin Mendy Aymeric Laporte, Dall’Athletic Bilbao, il piano del City, è quello di ringiovanire il reparto arretrato dicendo addio al capitano storico Vincent Kompany, e a Ecuelè Mangala, i due non danno più garanzie sul piano fisico. La risposta dei dirigenti interisti, però è chiara, Skriniar, non è in vendita a meno che il club milanese resti fuori anche dalla prossima Champions League perchè a quel punto, la proprietà cinese, si troverebbe obbligata a cedere un pezzo pregiato, e sulla lista dei possibili partenti eccellenti è finito anche il capitano, Mauro Icardi. Skriniar, 22 anni, è arrivato a Milano, nel luglio scorso ed è stato pagato 15 milioni di euro, se fosse ceduto L’Inter otterrebbe una plusvalenza non indifferente, anche se l’ex blucerchiato, ha un contratto fino al 30 giugno 2022.
 Mister Luciano Spalletti, è seccato da queste continue offerte ai suoi calciatori e ha dichiarato :”mi sa tanto che dovrò nasconderli” una battuta, ma dai toni non troppo sorridenti, perchè i nerazzurri non vincono in campionato dal 3 dicembre 2017, e hanno totalizzato cinque pareggi di fila, portando i tifosi a fischiare la squadra, quando ci si aspettava, che con il tecnico fiorentino in panchina, l’Inter potesse dare una svolta positiva ad anni difficili. L’ex Sampdoriano però, ha dimostrato di essere un centrale più che affidabile, nonostante più di qualche addetto ai lavori, ha paventato qualche dubbio, sulla bontà dell’investimento, e invece il numero 37 è una delle poche certezze, in mezzo a tanti punti interrogativi, in questa stagione interista. Gli uomini mercato, Piero AusilioWalter Sabatini, lo ritengono incedibile, ma a giugno gli scenari, potrebbero cambiare.

  •   
  •  
  •  
  •