Roma, Strootman anticipa la possibile cessione: “Qui si vendono i pezzi migliori”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
ROMA

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

La Roma prepara la trasferta di Udine di sabato pomeriggio, anticipata per dare spazio all’esordio negli ottavi di finale di Champions League della formazione giallorossa.
Tante le certezze per mister Eusebio Di Francesco: da Dzeko rinato dopo il posticipo di domenica sera contro il Benevento ed il ritorno al gol, l’ascesa di Under che rappresenta a tutti gli effetti un elemento in più nello scacchiere del tecnico giallorosso, il ritrovato Defrel che ha fatto anch’egli la sua parte all’Olimpico.
Le condizioni ci sono tutte affinché la Roma possa affrontare in maniera più serena la seconda parte di questa stagione. Tuttavia già da ora si cominciano a fare programmi in vista della prossima annata e attualmente forse non tutti sono certi di trascorrere un la nuova stagione in seno alla società capitolina.
Uno di questi è proprio Kevin Strootman che sembra aprire la strada ad una sua possibile cessione la prossima estate: “Noi non compriamo solo, ma vendiamo anche i pezzi migliori, è una cosa diversa rispetto alle altre squadre”, afferma in maniera perentoria l’olandese.

Leggi anche:  Sarri ancora non rescinde con la Juventus: ecco perché

Roma, i rimpianti di Strootman

In una lunga intervista a Sky, il centrocampista della Roma, Kevin Strootman, analizza anche la situazione dopo questa prima parte di stagione: “Voglio arrivare in Champions League, va bene anche il quarto posto – afferma l’olandese -, peccato però non essere rimasti in scia di Napoli e Juventus. Sono più forti di noi, questo è sicuro, purtroppo non siamo competitivi per lottare con loro“.
Il problema della Roma, secondo Strootman, è appunto il forzoso mercato in uscita: “Questo non è un club che compra solo, anzi ogni tanto deve vendere il suo migliore come è successo negli ultimi anni – ribadisce il centrocampista -. Noi abbiamo fatto questo, abbiamo perso Salah, Rüdiger, Pjanic, Benatia, Paredes. Io ho tanta fiducia nel progetto di Pallotta, di Monchi, ma è una cosa diversa dalle altre squadre in Italia. Loro danno tutto per avere una squadra forte in campo – conclude -, come quella di quest’anno e come sono sicuro sarà anche in futuro”.
Strootman lancia questi importanti segnali alla società ma al tempo stesso sembra chiarire che anche la sua posizione in seno alla Roma non è sicura: sarà lui il prossimo calciatore ad essere ceduto? Vedremo…

  •   
  •  
  •  
  •