Donnarumma e Nazionale, Raiola attacca: “Spero che l’anno prossimo il portiere titolare del Milan sia Reina…”

Pubblicato il autore: fabricondo Segui


Una stoccata al Milan, una bordata all’ambiente azzurro. Intervenuto ai microfoni di Radio24, Mino Raiola ne ha per tutti. Senza peli sulla lingua, come d’abitudine, il potente agente Fifa, procuratore di Gigio Donnarumma, riserva il primo affondo al club rossonero in chiave mercato. “Io spero che in porta nel Milan la prossima stagione giochi Reina“. Ironia mista a veleno, la conferma dell’arrivo a Milanello dell’attuale numero uno del Napoli e l’ennesimo messaggio al “nemico” Mirabelli da parte di chi vede il futuro di Donnarumma lontano da San Siro. A via Aldo Rossi avranno fatto salti di gioia…

Così come a Coverciano, perché Raiola non risparmia neppure l’ambiente azzurro, alla ricerca della serenità dopo il flop mondiale. Si parte proprio da Donnarumma: “Mi stupisco che non sia già titolare in azzurro. Se convochiamo Buffon, che mi sta simpatico, dovremmo portarcelo fino agli Europei. Non è così? E allora perché lo convoca?“. Raiola è un fiume in piena, ora tocca a Di Biagio e al suo predecessore: “Se noi diamo in mano la Nazionale a Ventura che cosa dobbiamo aspettarci? E ora la diamo a Di Biagio, che a livello di grandi risultati non ha fatto nulla“. Quindi un consiglio: “Dovremmo avere un direttore sportivo, cerchiamo di portare in Nazionale i Costacurta e i Branca, che possono contraddire il ct e contribuire alle sue scelte. Serve un progetto, noi adesso siamo una barca che non sa dove andare”.

Leggi anche:  Calcio, ecco le maglie 2020/21 più costose in Europa

E non finisce qui, perché arriva il momento di Balotelli, lasciato ancora a casa: “Siamo dispiaciuti per le motivazioni che ha dato Di Biagio: se i numeri per un attaccante non contano, allora la Nazionale è chiusa per Mario. La Nazionale dovrebbe rappresentare i migliori, ma i migliori non vengono presi in considerazione“. Ed ecco la cannonata finale, che a via Allegri avranno gradito molto: “Abbiamo una Federazione che fa schifo, molto scarsa e debole, che lavora senza un programma, un’idea per il futuro. Non c’è un’identità, noi cambiamo solo ct. Per portare Balotelli ci vuole carattere, ma il carattere non lo aveva Ventura e non lo ha Di Biagio. Problemi di spogliatoio? Che lo dicano allora. Comanda lo spogliatoio o il ct?“. To be continued?

  •   
  •  
  •  
  •