Juventus, Marotta su Emre Can: “Il destino è nelle sue mani.” Aumenta la concorrenza per il tedesco

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui
beppe-marotta-juventus-calciomercato

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

La partita di mercoledì contro l’Atalanta ha aperto le porte alla quarta finale di coppa Italia consecutiva per la Juventus di Massimiliano Allegri. Nonostante la vittoria, però, i bianconeri non hanno ancora mostrato un gioco da grande squadra, con il centrocampo indicato come primo colpevole di questa mancanza. Pjanic e Matuidi, ormai, sono insostituibili per la squadra, ma il vero problema è trovare il terzo componente della mediana. Marchisio non ha convinto nel ruolo di mezz’ala, dimostrando di aver bisogno di altro tempo per tornare ai suoi standard, Khedira ormai da un mese offre prestazioni al limite della sufficienza (addio a fine anno ?), mentre Sturaro e Bentancur non sono ritenuti pronti a fare i titolari. Per questi motivi, Marotta e Paratici seguono con molto interesse la situazione relativa al tedesco Emre Can, obiettivo della Vecchia Signora da ormai un paio di anni.

Leggi anche:  Cabrini su Maradona: "Sarebbe ancora vivo se avesse giocato nella Juve. A Napoli amore malato"

Marotta : “Emre Can ? Decide lui”- All’ “Inaugurazione dell’Anno Sportivo Piemontese 2018” al Teatro Regio Foyer del Toro, in piazza Castello a Torino, l’ad bianconero Marotta ha rilasciato queste dichiarazioni ai microfoni di calciomercato.com : “Emre Can ? È uno dei giocatori più appetibili sul mercato, sia per quanto riguarda il valore del giocatore, sia per il fatto che si libererà a parametro zero. È normale che ci siano diverse pretendenti pronte ad acquistarlo. Noi andremo per la nostra strada, coscenti dell’interesse di alcuni tra i migliori club al mondo. Il destino del giocatore è tutto nelle sue mani, se decidesse di venire da noi saremmo molto contenti, altrimenti coglieremo un’altra opportunità.“. Parole che mettono un po’ in apprensione i tifosi juventini, convinti fino a un mese fa che l’affare fosse ormai vicino alla chiusura. Ma, come ribadito più volte da Marotta, se le firme non ci sono state è a causa dell’inserimento di altri top club nella trattativa.

Leggi anche:  Juventus, le parole di Pirlo sulla sfida di domani. Poi il ricordo di Maradona

Juve, occhio al Real Madrid- Inizialmente l’avversario più ostico era il Manchester City di Guardiola, tiratosi leggermente indietro dopo il rifiuto del giocatore di militare in una squadra di Premier che non sia il Liverpool. Successivamente si sono fatti sotto prima il Psg e successivamente il Bayern Monaco, squadra in cui Emre Can è cresciuto. Ora, l’ostacolo più difficile, è rappresentato però dal Real Madrid di Zidane. Secondo quanto riporta il Daily Stars, infatti, i blancos sarebbero sulle tracce del centrocampista dei reds per sostituire Kroos e Kovacic, sicuri partenti al termine di questa stagione. La Juve deve stare attenta e lavorare velocemente se davvero vuole portare Can a Torino.

Le alternative- In caso di mancata fumata bianca, i dirigenti si butteranno alla rierca di un altro giocatore. Il primo nome è quello di Milinkovic-Savic, serbo della Lazio che sta disputando una stagione straordinaria, condita da 9 gol in campionato che ne fanno il miglior marcatore in Europa nel suo ruolo. L’ostacolo più grande è rappresentato dal prezzo (100 milioni) e dalla concorrenza di altre big europee. Le alternative a Milinkovic sono due italiani : Lorenzo Pellegrini e Bryan Cristante. Il primo sta trovando qualche difficoltà ad emergere tra i titolari della Roma e, per questo, sarebbe deciso a dire addio alla capitale. Il costo si aggira sui 25 milioni, cifra non insormontabile per la Juventus. Cristante, infine, dopo un inizio scoppiettante (in cui ha segnato anche un gol proprio ai bianconeri) è ora un po’ calato di condizione, dimostrando comunque di essere pronto al grande salto. Vedremo come si evolverà la situazione nei prossimi mesi, ma si prospetta un’estate bollente.

  •   
  •  
  •  
  •