Juventus, è iniziata la rivoluzione: ok Emre Can, ora si puntano Morata e Gimenez

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Alvaro Morata – Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

A poche ore dalla festa scudetto e dall’addio alla maglia bianconera di Gigi Buffon all’Allianz Stadium, la dirigenza della Juventus è a caccia di innesti che dovranno avere due prerogative su tutte: l’età e l’esperienza in campo internazionale. Dopo sette scudetti consecutivi, nella prossima stagione la squadra, che avrà al comando ancora Massimiliano Allegri, dovrà per forza di cose puntare con tutte le forze a vincere la Champions League. Dopo aver preso a parametro zero Emre Can, che andrà a rinforzare il centrocampo mettendo a disposizione del tecnico livornese prestanza fisica abbinata a grande qualità, gli occhi di Marotta e Paratici sono tutti sui rinforzi per gli altri due settori del campo: la difesa e l’attacco.

Calciomercato Juventus: tutto su Gimenez e Morata, le ultime

Svecchiare la linea difensiva è un obbligo assoluto per la dirigenza bianconera. Si ripartirà da Mehdi Benatia e da Giorgio Chiellini, che erediterà la fascia di capitano da Buffon, non da Barzagli e forse nemmeno da Rugani, che a 24 anni dopo due stagioni all’ombra dei big potrebbe decidere di andare a giocarsi le sue chance altrove. L’obiettivo primario per rinforzare quel settore di campo ha un nome ed un cognome: Josè Gimenez, classe ’95 in forza all’Atletico Madrid fresco vincitore dell’Europa League, in scadenza di contratto nel 2020. La Juventus ha deciso di puntare su di lui da diverso tempo: per portarlo a Torino serviranno circa 30 milioni di euro. Il calciatore avrebbe già dato l’ok al trasferimento, ma trattare con la dirigenza Cholconeros non sarà affatto semplice. E proprio l’Atletico Madrid sarebbe piombata su un altro obiettivo del club degli Agnelli: stiamo parlando di Alvaro Morata. Non è un mistero, come avevamo anticipato qualche settimana fa, che l’ex numero 9 bianconero, dopo una stagione con più bassi che alti al Chelsea avrebbe dato la disponibilità a tornare in quella che è stata la sua casa per due anni. Ovvio che la valutazione del centravanti spagnolo rimane alta, ma la Juventus avrebbe pronto già un piano, basato sul prestito oneroso con obbligo di riscatto. Oltre al club allenato di Simeone sul calciatore ci sarebbe anche il Borussia Dortmund, ma visti i trascorsi e la fede per il Real Madrid, considerando che la Bundesliga ha comunque meno appeal della Serie A e visto anche che la moglie del calciatore è italiana, un rientro nel Belpaese sarebbe molto gradito.

  •   
  •  
  •  
  •