Milan, parla Reina:”Un onore vestire la maglia rossonera. Donnarumma? Ragazzo esemplare”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
NAPLES, ITALY - NOVEMBER 18: Pepe Reina of SSC Napoli in action during the Serie A match between SSC Napoli and AC Milan at Stadio San Paolo on November 18, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Reina, prime parole da milanista. Sarà uno dei volti nuovi nel prossimo ritiro in programma a Milanello. Pepe Reina è pronto per la nuova avventura. Dalle colonne del Corriere dello Sport l’ormai ex Napoli parla del suo prossimo approdo al Milan. “E’ un onore avvicinarsi al congedo da calciatore andando a giocare in uno dei club più prestigiosi al mondo. Il passato rossonero è lì a dimostrarlo, tocca a me essere all’altezza del ruolo che mi aspetta”. Reina non ha avuto dubbi ad accettare la proposta dei rossoneri:”Ho avvertito stima e fiducia fin da subito. Non era facile lasciare il Napoli, ma al Milan si può dire solo di sì”. L’ex portiere di Villarreal e Liverpool non teme contraccolpi per le decisioni Uefa:”La società sa quello che deve fare, sono tranquillissimo. Sono cose che non mi riguardano, io devo pensare solo a fare del mio meglio per ripagare la fiducia che hanno avuto in me”.

Reina parla anche del futuro rapporto con Donnarumma:E’ un grande portiere, un ragazzo esemplare. Cercherò di instaurare un grande rapporto con lui e di rubargli qualcosa. Stiamo parlando del futuro portiere dell’Italia, avrà una grandissima carriera. Deve pensare solo a stare tranquillo”. Parole da leader, quello che Reina è sempre stato nella sua carriera. Nel triennio di Sarri al Napoli il portiere spagnolo è stato un costante punto di riferimento per tutto lo spogliatoio azzurro. Non è un caso che l’addio di uno abbia fatto da seguito a quello dell’altro. Milanello aspetta Reina, chissà quali compagni di allenamento avrà tra le porte rossonere. Chissà.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Milan-Fiorentina: streaming e diretta tv

Reina-Donnarumma, chi è di troppo per Gattuso?

19 milioni di euro lordi annui di ingaggio. Sembrano decisamente troppi per un club che non naviga nell’oro come il Milan. La sensazione è che Pepe Reina e Gigio Donnarumma non saranno compagni di squadra nella prossima annata rossonera. Una situazione resa ancor più delicata dalle questioni legate all’Uefa. Senza le Coppe Europee gli impegni si ridurranno per Bonucci e compagni, quindi due portieri del livello di Reina e Donnarumma sarà un lusso. Forse eccessivo. Soprattutto se si pensa che loro due non sono gli unici portieri del Milan.

Plizzari e Gabriel torneranno dai positivi prestiti rispettivamente con Ternana ed Empoli. In più c’è anche Antonio Donnarumma. E’ chiaro come il sole che se va via Gigio, anche il fratello prenderà strade diverse. Rispetto all’anno passato la situazione è cambiata. Dodici mesi fa il Milan sarebbe rimasto spiazzato da una partenza di Gigio Donnarumma. Oggi invece il club rossonero ha le spalle ben coperte. Reina è un titolare molto affidabile, con Plizzari che crescerebbe con lo spagnolo a fargli da chioccia. Tutto ruota intorno all’Uefa e a Donnarumma. Saranno loro a dettare le linee guida per il mercato estivo rossonero. In attesa di quelli musicali il primo tormentone estivo è pronto. Per quest’anno non cambiare, stesse facce e un finale che potrebbe essere molto diverso da quello dell’estate 2017. Decisamente diverso.

  •   
  •  
  •  
  •