Inter, rinnovo Icardi: proposta da 6.5 milioni più bonus fino al 2023

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 09: Mauro Icardi of Internazionale in action during the Serie A match between Juventus and FC Internazionale at Allianz Stadium on December 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Mauro Icardi – (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images © scelta da SuperNews)

Come ogni Estate, da qualche anno a questa parte, si rinnova il dibattito relativo al rinnovo del capitano nerazzurro Mauro Icardi che, attraverso sua moglie-entourage, Wanda Nara, chiede il rinnovo del contratto con il ritocco di stipendio a rialzo. Questa Estate però è diversa rispetto alle precedenti, l’Inter è riuscita ad approdare ai gironi di Champions League dopo anni di assenza, al fotofinish di una stagione emozionante, decisa solo nell’ultima giornata di Serie A contro la Lazio e trascinata proprio dal suo capitano.

Icardi e Wanda tra vacanza e rinnovo

Mentre la coppia argentina si rilassa tra Sudafrica e Seychelles, la società nerazzurra, secondo quanto riportato dalla ‘Gazzetta dello Sport‘, avrebbe fatto trapelare la prima vera offerta per il rinnovo dell’attaccante ex Sampdoria: si tratta di un accordo fino a giugno 2023 con ingaggio da 6,3 milioni di fisso a stagione, più dei bonus piuttosto semplici da raggiungere. Considerando i bonus, il capitano nerazzurro arriverà a guadagnare circa 7.5/8 milioni l’anno, una cifra molto vicina a quella richiesta dalla moglie-agente Wanda Nara che si aggira intorno ai 9 milioni a stagione. Insomma, i margini per arrivare alla ‘fumata bianca’ della trattativa ci sono, sicuramente ci saranno degli aggiornamenti importanti già nelle prossime settimane.

Inoltre la società nerazzurra si pone come obbiettivo anche l’eliminazione o il rinnovo della clausola rescissoria che attualmente mette paura ai dirigenti nerazzurri in quanto, fino al prossimo 15 Luglio, possono perdere il goleador argentino per ‘soli’ 110 milioni. La volontà della società interista sarebbe quella di eliminare questa clausola o quanto meno aumentarla a 150 milioni, in modo da renderla compatibile con i costi attuali del calciomercato europeo.

Le parole di Icardi dopo la qualificazione in Champions

Filtra ottimismo in casa nerazzurra per quanto riguarda la permanenza del numero 9 argentino, in primis per le sue dichiarazioni dopo la vittoria sulla Lazio nell’ultima giornata di campionato: “Futuro? Abbiamo due mesi per parlare con la società, il mio obiettivo era fare bene con l’Inter e tornare in Champions League. Ora questa estate ci sederemo e pianificheremo bene il futuro, cercando di capire cosa è meglio per l’Inter. Come ho detto la settimana scorsa, il mio pensiero è chiaro: la società anche lo sa, vedremo e decideremo. Io tifo Inter lo sapete e cerco di fare bene con l’Inter, vedremo se la società sarà d’accordo col mio pensiero”. Aggiunge l’ex attaccante della Sampdoria: “Cerco sempre il meglio per me, se sarà all’Inter sarò contentissimo, se sarà da un’altra parte valuterò. Ma state tranquilli, perché sto bene qui e così anche la mia famiglia. Godiamoci questo momento, poi vediamo cosa succede”.

Inoltre messaggi positivi arrivano anche dall’ex capitano dell’Inter, Javier Zanetti, che lo scorso 31 Maggio ha dichiarato: “Mi dispiace che Mauro non vada al Mondiale, ha dimostrato di poter vestire la maglia dell’Argentina. Un campione come lui è normale che abbia tante richieste, ma lui è il capitano dell’Inter e il nostro punto di riferimento. Siamo felici di averlo e Mauro è contento di rimanere. Non siamo preoccupati dalle voci di mercato perché Icardi ha manifestato quelle che sono le sue volontà, siamo in Champions e vogliamo continuare insieme. Quando va in campo dimostra quanto ci tenga all’Inter, sono dispiaciuto che non possa volare in Russia”

  •   
  •  
  •  
  •