La parabola discendente di Gerard Deulofeu: dal sogno Barcellona al passaggio al Watford

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui


Nella giornata di ieri il Barcellona ha comunicato la cessione al Watford di Gerard Deulofeu, il promettente esterno d’attacco passa definitivamente agli inglesi, ai catalani andranno 13 milioni più altri 4 di eventuali bonus. Finisce così l’esperienza blaugrana di uno dei calciatori più talentuosi del panorama mondiale, uno di quei calciatori che se’ in giornata di grazia è capace di spaccare in due un match. Ricordiamo che Deulofeu a gennaio era stato mandato in prestito proprio al Watford, club con cui ha collezionato 7 presenze, realizzando anche una rete. Ricordiamo che il talento spagnolo ha giocato anche in Italia, nel gennaio del 2017 ci fu la chiamata del Milan e Gerard destò grande impressione con prestazioni veramente importanti.

Alla fine arrivarono 17 presenze complessive con il club milanese, con 4 reti importanti messe a segno da gennaio a giugno. Da quel momento la carriera di Deulofeu si è praticamente fermata, dal ritorno al Barcellona per lui sono arrivate poche presenze e tante panchine indigeste. Nella passata stagione solamente 10 presenze e una rete con i catalani, prima di trasferirsi in prestito a gennaio al Watford. Deulofeu è cresciuto nelle giovanili del Barcellona ed è considerato uno dei 20 calciatori classe 1994 più forti al mondo, premesse che purtroppo non sono state mantenute fin qui, vuoi per le tante panchine ma alle volte anche per il suo egoismo in campo.

Molto spesso tende a tenere troppo palla, specchiandosi in giocate sopraffine che alla fine si rivelano inutili e controproducenti, un difetto che col tempo dovrà limare se vorrà tornare a calcare grandi palcoscenici. Al momento la sua carriera ha subito una parabola a dir poco discendente, in poco tempo il sogno di giocare nel Barcellona è praticamente svanito. Rimane la piccola consolazione di aver fatto parte in pianta stabile per 5-6 mesi del club per cui ha sempre tifato, club con la quale aveva anche esordito a soli 17 anni nella Liga spagnola. Rimane comunque accesa una piccola speranza per i suoi sogni blaugrana, i catalani hanno acquisito il diritto di riacquisto per il talentuoso spagnolo nei prossimi due anni.

Spetta a Gerard dimostrare che il Barcellona si è privato troppo facilmente di lui, non dandogli la necessaria fiducia che ad un calciatore serve per imporsi ai massimi livelli. A mettere in evidenza le potenzialità enormi di Deulofeu sono i numeri con l’Under 21 spagnola, dal 2012 al 2017 ha collezionato 36 presenze, mettendo a segno addirittura 17 reti. In nazionale maggiore ha già esordito nel 2014, rimanendoci in pianta stabile per un periodo, in cui ha collezionato 4 presenze che gli hanno fruttato anche una rete. Ha fatto parte di tutte le nazionali giovanili dal 2009 al 2017, l’unica eccezione è stata l’Under 18, nazionale con la quale non ha mai giocato per il veloce passaggio in nazionale Under 19.

I numeri sono molto importanti per questo sfortunato calciatore, ora serve fare il salto di qualità a livello mentale, a livello calcistico le qualità non mancano, ma come ben si sa in uno sport come questo serve prima di tutto la testa. Il primo treno è passato in modo inesorabile e veloce per Gerard Deulofeu, ma non bisogna dimenticare che la vita offre opportunità irrinunciabili quando meno te lo aspetti. Ora il talento spagnolo dovrà tenere duro e ripartire con grande umiltà, sperando che un giorno il suo sogno blaugrana possa tornare realtà, magari dimostrando a tutti che anche lui può far parte di un club così glorioso.

  •   
  •  
  •  
  •