Mercato Milan, Gattuso blinda Suso. Zaza-Wilshere è il piano B di Mirabelli?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - NOVEMBER 23: AC Milan Sportif Director Massimo Mirabelli looks on before the UEFA Europa League group D match between AC Milan and Austria Wien at Stadio Giuseppe Meazza on November 23, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Mercato Milan, ecco il piano B rossonero. “Abbiamo due piani per il mercato, uno con l’Europa League e uno senza”, così Marco Fassone qualche giorno fa. Uno dei giocatori che potrebbero rientrare nel Piano B potrebbe essere Jack Wilshere. La sua scelta di non rinnovare il suo contratto con l’Arsenal apre scenari di mercato anche con vista sul nostro campionato. Il Milan, per esempio, è alla ricerca di un centrocampista di livello è certamente l’inglese ne ha tutte le caratteristiche. Pur non essendo dotato della fisicità richiesta da Gattuso un suo possibile innesto rappresenterebbe un’iniezione di qualità per una linea mediana che ha spesso sofferto di mancate geometrie nella stagione appena conclusa. Una semplice idea che potrebbe svilupparsi, anche se le commissioni richieste e l’ingaggio potrebbero rappresentare un freno. Allerta costante, invece, per Simone Zaza: con contatti inizialmente sotto traccia che non si sono mai interrotti nell’attesa di diventare effettivi al momento opportuno.

Mercato Milan, no di Gattuso a Suso-Inter.
Imprescindibile, così Rino Gattuso ritiene il cardellino spagnolo. Imprescindibile e quindi incedibile. Le già molto agitate acque al Milan sono state ancora di più increspate dalle voci di un interessamento dell’Inter su Suso. Non una novità assoluta, visto che già la scorsa estate i nerazzurri fecero un tentativo per l’ex Liverpool. Stavolta le cose sono andate diversamente. Il giocatore è stato proposto all’Inter da Alessandro Lucci, agente di Suso e anche di Bonucci. L’anno scorso il procuratore è stato il fulcro del mercato rossonero. Lucci ha portato Bonucci al Milan ed è anche l’agente di Vincenzo Montella. Dopo l’esonero del tecnico napoletano forse qualcosa si è rotto tra lui e Mirabelli. Lucci fa il suo lavoro e in questi incerti giorni rossoneri  cerca di tutelare gli interessi del suo giocatore. Ci mancherebbe altro.

Leggi anche:  Probabili formazioni Milan Fiorentina: rossoneri che faranno ancora a meno di Ibra

Mercato Milan, secco di no di Gattuso. Né per soldi, né per Candreva, né per Brozovic, il tecnico milanista è stato categorico: Suso non si tocca. Troppo importante lo spagnolo per l’idea di calcio che ha Gattuso per il Milan della prossima stagione. I rossoneri giocheranno ancora con il 4-3-3, con l’ex Liverpool da una parte e Calhanoglu dall’altra. Anzi Gattuso spinge per avere un esterno in più, che faccia da alternativa ai due. L’Inter non ha ancora formulato un’offerta ufficiale. Mirabelli ha provocato i nerazzurri:”Dateci Brozovic, Perisic e Icardi per Suso”. Una battuta, ma non più di tanto. Parole che hanno fatto capire all’Inter che considerazione si a Casa Milan dell’esterno spagnolo. Con buona pace di Lucci. 

Mercato Milan, chi finanzierà il mercato rossonero?

Mercato Milan, la calda estate rossonera. Giorni complicati per gli affari milanisti. Tra la sentenza UEFA, le vicende societarie e un mercato tutto da decifrare. Le altre grandi di muovono, eccome. La Juventus ufficializza Emre Can, l’Inter prende Nainggolan e la Roma lo sostituisce con Pastore. E il Milan? In casa rossonera si aspetta. Si attende di capire se si giocheranno le coppe oppure no. Si attende di capire se Yonghong Li sarà ancora il proprietario del club di via Aldo Rossi. Il mercato? Non può che essere fermo. Anzi immobile. Difficile trattare giocatori non potendogli dare per l’immediato futuro. Si punta ad una strategia conservativa, fatta di rinnovi a chi c’è già e rifiuti alle offerte. Almeno per ora.

Leggi anche:  Milan su Thauvin, Maldini: "Giocatore che va seguito, economicamente interessante"

Mercato Milan, André Silva il jolly da giocare? Nelle prime due partite del Mondiale di Russia 2018 ha giocato una decina di minuti. Troppo poco per mettersi in mostra. André Silva continua ad essere in bilico. L’idea del Milan è quella di continuare a puntare su di lui. Ma dopo il caso-Kalinic le cose possono cambiare. Il croato non può più sfruttare la Croazia per rivalutarsi, vedendo come sta andando la nazionale a scacchi è un bel rimpianto. L’interesse del Siviglia si è raffreddato, di molto. Resta il Galatasaray, ma il giocatore non sembra convinto della destinazione. Ci sarebbe anche il mercato cinese, che chiude il 13 luglio. Senza offerte per Kalinic, ecco che potrebbe essere sacrificato André Silva. Sempre che qualcuno voglia tirare fuori oltre 30 milioni di euro. Cosa quest’ultima tutt’altro che scontata.

  •   
  •  
  •  
  •