Pochettino al Real Madrid, si può: sarà l’anti Barcellona l’erede di Zidane?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MADRID, SPAIN - DECEMBER 06: Cristiano Ronaldo of Real Madrid celebrates after scorng his sides sec ond goal with his Real Madrid team mates during the UEFA Champions League group H match between Real Madrid and Borussia Dortmund at Estadio Santiago Bernabeu on December 6, 2017 in Madrid, Spain. (Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

Pochettino, futuro al Real Madrid? Il Tottenham lo ha blindato con un lungo e ricco rinnovo di contratto, ma l’improvviso addio di Zidane ai freschi campioni d’Europa rischia di mischiare clamorosamente le carte. Sarebbe quello di Mauricio Pochettino il primo nome sulla lista di Florentino Perez per la panchina del Real Madrid. Argentino, 46 anni,  un passato nella Liga spagnola con la maglia dell‘Espanyol, Pochettino è uno dei migliori tecnici in circolazione. Dal 2014 è a Londra come manager degli Spurs, dove ha collezionato due secondi posti in Premier League. Se oggi il Tottenham è una delle migliori squadre in Europa molti meriti sono certamente suoi. “Non allenerò mai il Barcellona e l’Arsenal”, così qualche tempo fa ha dichiarato alla stampa. Parole che quindi non precludono un suo arrivo al Real Madrid. Anzi.

Leggi anche:  Tusquets, presidente del Barcellona: "Avrei venduto Messi"

Dalla Spagna arrivano indiscrezioni su un presunto contatto tra Florentino Perez e Pochettino. Voci confermate anche in Inghilterra. Porte aperte per le Merengues nonostante il recente rinnovo con gli Spurs fino al 2023: l’argentino, infatti, nel suo contratto avrebbe una clausola speciale. Ossia quella pro-Real e ora la chiamata di Florentino Perez sembra essere arrivata per davvero. Una cosa è certa, il Real deve fare in fretta, perché siamo a inizio giugno e i Blancos non hanno ancora un allenatore. E chiaramente non sarà facile sostituire l’uomo che è stato capace di vincere tre Champions League di fila. Gli anni d’oro del grande Real devono continuare, con un argentino al timone? Possibile.

Pochettino, ma non solo: ecco le alternative per il Real Madrid

La faccia di Florentino Perez durante la conferenza stampa di Zidane diceva tutto. Il presidente del Real Madrid è rimasto molto sorpreso dalla scelta del tecnico francese. Ma dopo qualche ora di smarrimento sono partiti subito i contatti con i possibili eredi di Zizou. Oltre a Pochettino ci sono diversi nomi di allenatori italiani in ballo. Primo fra tutti quello di Max Allegri, ma appare improbabile che il tecnico livornese lasci la Juventus. Poi ci sono anche Conte e Sarri, che devono essere considerati liberi. L’ex c.t. della Nazionale attende il ben servito da Abramovich, mentre Sarri è già stato sostituito al Napoli da Ancelotti.

Leggi anche:  Basket, Liga ACB - Baskonia si arrende a Causeur: il Real Madrid fa 12 su 12

Poi ci sarebbero le opzioni interne che portano a Guti e Solari. Ex glorie del Real, che attualmente allenano le giovanili dei Blancos. Infine un duo francese: Wenger e Blanc. L’ex Arsenal è stato sempre stimato da Florentino Perez, ma bisognerebbe capire la sua adattabilità al modo di fare calcio. Blanc ha fatto discretamente bene con la Francia con il Paris Saint Germain, ma neanche il suo è un nome che entusiasma. Come detto l’obiettivo numero uno resta Pochettino. Se non si arriverà all’argentino, allora si penserà alle alternative. La sensazione è che un ciclo sia finito al Real Madrid. Anche perché bisognerà capire il futuro di alcuni giocatori sorpresi dall’addio improvviso di Zidane. Cristiano Ronaldo in primis.

  •   
  •  
  •  
  •