André Silva, un fantasma anche in Russia: il Milan cerca acquirenti per il portoghese

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - OCTOBER 15: Andre Silva of AC Milan looks on during the Serie A match between FC Internazionale and AC Milan at Stadio Giuseppe Meazza on October 15, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Andre Silva – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

André Silva, un bel rompicapo per il Milan. Doveva essere il Mondiale del rilancio, al fianco di Cristiano Ronaldo si sarebbe ritrovato. Dicevano. E invece il campionato del mondo di André Silva è finito senza neanche un gol fatto e con pochi minuti in campo. Una sola presenza da titolare, contro l’Iran, senza lasciare traccia e tanta panchina. L’attaccante del Milan, pagato 38 milioni di euro solo un anno fa, è entrato nel finale di partita contro l’Uruguay. Ma in pochi se ne sono accorti. Il c.t. Fernando Santos gli ha preferito Guedes, Bernardo Silva e il vecchio Quaresma. Ma André Silva non era l’erede di Cristiano Ronaldo? Il numero 9 che il Milan cerca da anni? Evidentemente no. Due gol segnati in serie A sono un magro bottino anche per un difensore, figurarsi per un centravanti.

Leggi anche:  Dove vedere Milan Celtic, live streaming e diretta tv Europa League

La sensazione sempre più diffusa è che il Milan abbia acquistato André Silva solo per ingraziarsi Jorge Mendes, uno dei procuratori più potenti al mondo. Infatti ora l’agente portoghese sta forse cercando di sdebitarsi con il club rossonero cercando di trovare una sistemazione all’ex Porto e magari cercando di portare Falcao a Milanello. Il colombiano potrebbe essere il Piano B di Mirabelli per il mercato estivo, quello senza Europa League. Ci potrebbe essere uno scambio di prestiti con il Monaco. Un’operazione che potrebbe mettere d’accordo tutte le parti in causa. Montella, Gattuso e Fernando Santos, tre che di calcio qualcosa capiscono. Se nessuno di loro ha puntato su André Silva un motivo ci dovrà pure essere. O no?

André Silva-Kalinic, quale futuro per loro?

Non solo André Silva, i Mondiali di Russia 2018 dovevano essere il trampolino di rilancio anche per Nikola Kalinic. Invece il croato è già al mare per aver litigato con il suo c.t., mentre i compagni di squadra stasera si giocano gli ottavi di finale contro la Danimarca. A differenza di André Silva, l’ex Fiorentina ha diverse richieste sul mercato. Kalinic ha un vissuto importante alle spalle e ha diversi estimatori in giro per l’Europa. Il problema che il Milan lo ha pagato 25 milioni di euro, una cifra che forse nessuno oggi è disposto a spendere. Il croato è richiesto in prestito,  ma i rossoneri vorrebbero monetizzare dalla sua cessione.

Leggi anche:  Risultati Serie A 9° Giornata: Milan ancora vittorioso, il big match Napoli-Roma va ai partenopei

Oltre a Kalinic e André Silva, il campionato del mondo è stato deludente anche per Lucas Biglia. Una sola presenza da titolare, l’eliminazione contro la Francia e l’addio alla Seleccion per l’ex Lazio. Biglia non è sul mercato, anzi ora si riposerà per tornare poi a disposizione di Gattuso. L’argentino è stato sempre un punto fermo per il tecnico rossonero, ora senza i viaggi per la Nazionale potrà esserlo ancora di più. In corsa a Russia 2018 restano Ricardo Rodriguez, Strinic, Reina, Zapata e Bacca. Solo i primi due stanno giocando da titolare con le loro nazionali. Nella prossima stagione Gattuso ne potrà far giocare solo uno. Paradossi di questa pazza estate rossonera. Anzi più nera che rossa.

  •   
  •  
  •  
  •