Bologna, ancora due tasselli per ottenere una salvezza tranquilla

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui
BOLOGNA, ITALY - OCTOBER 15: Andrea Poli of Bologna FC celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Bologna FC and Spal at Stadio Renato Dall'Ara on October 15, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini/Iguana Press/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Sono passati ormai due mesi dalla fine del campionato dove il Bologna rimediò a Udine la ventunesima sconfitta superando il record di 20 nella stagione 1990-91. Da allora tanta acqua è passata sotto i ponti con l’esonero di Roberto Donadoni ormai ritenuto responsabile di questa caduta nel girone di ritorno, dalla cessione di quattro pedine (Verdi, Masina,Di Francesco e Mirante), dall’ingaggio di Filippo Inzaghi ai nuovi acquisti ( Dijks, Svanberg, Paz, Falcinelli) ai rinnovi di Palacio e Mbaye con la conferma di Destro (per ora).

Abbiamo visto come da semplici ritocchi affermati dal ds Riccardo Bigon nella sconfitta interna contro il Chievo si è passati quasi a una rivoluzione: cambio modulo dal 4-3-3 si è passati al 3-5-2 con nuovi interpreti. Dal ritiro di Pinzolo i vecchi e i nuovi giocatori si sono detti soddisfatti del tecnico Inzaghi, il quale ha saputo ridare grinta ed entusiasmo ad una piazza ormai abituata alla mediocrità e al malumore. Si sa ora è presto per fare bilanci ma le sensazioni di questo ritiro sembrano buone: chiaro che il campo darà il suo verdetto ma almeno questo entusiasmo ha fatto tornare ai tifosi la voglia di sottoscrivere l’abbonamento.

Sulla squadra: l’ad Claudio Fenucci ha dichiarato che si aspetta il ritorno dei Nazionali per dare un giudizio definitivo sulla squadra, ma chiaro che qualcosa ancora serve: un esterno destro di centrocampo di spessore e un difensore centrale che funga da leader per il reparto intero nel 3-5-2 di Super Pippo. Restare così al momento può essere un rischio se si vuole puntare a qualcosa di più della semplice salvezza. In caso contrario ecco che i malumori riaffiorerebbero subito. La piazza non chiede la luna ma un campionato decoroso.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: