Calciomercato Parma, Balotelli e Cassano i sogni. Gli emiliani cercano il doppio colpo

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui
KIEV, UKRAINE - JUNE 23: In this handout image provided by UEFA, Mario Balotelli of Italy talks to the media during a UEFA EURO 2012 press conference at the Olympic Stadium on June 23, 2012 in Kiev, Ukraine. (Photo by Handout/UEFA via Getty Images)

Mario Balotelli – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Il Parma continua a cercare sul mercato elementi in grado di fare la differenza. La suggestione Cassano resiste da diverse settimane, mentre nelle ultime ore si parla con insistenza di un possibile arrivo di Balotelli in Emilia. Al momento di trattative reali nemmeno l’ombra. L’impressione è che arrivare ai due fuoriclasse azzurri sia un compito tutt’altro che impossibile, visto e considerato che entrambi i calciatori cercano sistemazione in Italia. Cassano è fermo da diversi anni e da quanto si apprende si sta allenando seriamente nell’ultimo periodo, una notizia che conferma che il possibile approdo del talento barese a Parma non è da escludere.

Balotelli non ha intenzione di rimanere a Nizza e da una decina di giorni si sta allenando da solo. Si sta allenando a Nizza, ma lo sta facendo in disparte, in quanto dalla fine del campionato scorso ha deciso di considerare conclusa la sua avventura con i francesi. Nelle ultime due stagioni Balotelli ha fatto molto bene in Ligue 1, realizzando 33 reti in 51 presenza totali. Numeri importanti, anche se non bisogna dimenticare che il campionato francese ha perso di competitività negli ultimi anni. Allo stesso tempo bisogna ricordare che “Super Mario” è capace di fare la differenza ovunque, carattere permettendo.

Il Parma partirà da -5 nel prossimo campionato di Serie A e punta a rinforzare la rosa, per colmare questo gap importante in graduatoria. Finora sono arrivati due calciatori di grande esperienza come Bruno Alves e Gobbi, due pedine importanti che hanno superato i 35 anni. L’arrivo di Ciciretti dal Napoli è stato sicuramente il colpo di mercato più importante. Il mancino ex Benevento dovrebbe essere l’arma in più di mister D’Aversa, d’altronde, fino a gennaio 2018 ha dimostrato che in Serie A può starci, facendo la differenza con la sua imprevedibilità.

Oltre agli acquisti già citati è arrivato in Emilia il promettente Stulac dal Venezia. Il centrocampista sloveno si è messo in mostra durante la passata stagione in Serie B, dimostrandosi completo sia in fase difensiva che in fase offensiva. In avanti invece bisognerà fare a meno di Calaiò. Nel processo che ha visto il Parma subire una penalizzazione di 5 punti, l’esperto centravanti ha subito una squalifica di due anni. A gennaio ha compiuto 36 anni e questo stop in pratica equivale alla fine della sua carriera. Il Parma ha già presentato ricorso e la speranza è che la giustizia faccia il suo corso, magari togliendo sia la penalizzazione ai ducali che la squalifica al bomber palermitano.

A proposito di fine carriera, poche settimane fa ha salutato la bandiera Alessandro Lucarelli. Ricordiamo che il fratello del grande bomber Cristiano è stato il fulcro del Parma dal 2008 al 2018, non lasciando gli emiliani nemmeno dopo il fallimento e la ripartenza dai dilettanti. Lucarelli ha abbandonato il calcio giocato a 41 anni, ma non ha di certo abbandonato gli emiliani, anzi, una volta annunciato il ritiro ha ricevuto un’importante ruolo societario. Dal 2016 c’è un altro Lucarelli a tenere alta la bandiera del Parma, vale a dire Matteo, figlio di Alessandro che milita negli allievi nazionali.

  •   
  •  
  •  
  •