Cavani al Napoli, altro che bufala: per CdS c’è già l’intesa con il Matador

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
ROSTOV-ON-DON, RUSSIA - JUNE 20: Edinson Cavani of Uruguay reacts during the 2018 FIFA World Cup Russia group A match between Uruguay and Saudi Arabia at Rostov Arena on June 20, 2018 in Rostov-on-Don, Russia. (Photo by Clive Rose/Getty Images)

Edinson Cavani – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Siamo sicuri che l’affare Cavani-Napoli sia realmente una bufala? Ad inculcare questa strana idea è stato lo stesso presidente Aurelio De Laurentiis, che aveva seccamente smentito la presunta trattativa.
Eppure per il Corriere dello Sport la situazione sarebbe ben diversa: ci sarebbe persino l’accordo con Cavani, che sarebbe disposto a ridursi drasticamente lo stipendio pur di venire a Napoli. Nella circostanza l’ingaggio verrebbe fissato sui 7 milioni l’anno fino al 2022.
Il prossimo step è quello di trovare l’accordo con il Paris Saint-Germain, intenzionato a vendere il Matador ma ad una cifra non troppo bassa.

In quel di Dimaro Folgarida, sede del ritiro partenopeo, ogni occasione è buona per chiedere dettagli in merito alla presunta trattativa Cavani-Napoli: se poi, alle continue richieste di tifosi e giornalisti, ci si mette anche un po’ di ironia e goliardia, il divertimento è assicurato.
Questo è quanto si è concretizzato nel pomeriggio di oggi, 20 luglio, quando uno dei tanti simpatizzanti della squadra campana, nel corso del consueto incontro con i tifosi accorsi nel ritiro trentino, ha chiesto esplicitamente al neo tecnico azzurro, Carlo Ancelotti, in che parte metterebbe Cavani, l’allenatore di Reggiolo ha chiaramente risposto, sorridente: “Stai tranquillo, da qualche parte lo mettiamo“.

Dopo settimane trascorse a cavalcare l’onda mediatica in merito ad una possibile trattativa Cavani-Napoli, arriva la dichiarazione del presidente del club campano, Aurelio De Laurentiis, che spiazza davvero tutti quanti attendevano con ansia l’approdo del Matador all’ombra del Vesuvio.
Intervistato dall’emittente radiofonica napoletana Radio Kiss Kiss, De Laurentiis ha affermato quanto segue: “Cavani al Napoli? È una bufala, io non devo accontentare i tifosi – ha aggiunto il presidente – che giocano a fare il calcio da bar e li rispetto, ma stessero calmi e ci lasciassero lavorare“.
Sulla base delle ultime indiscrezioni di mercato su Cavani, De Laurentiis ha tenuto a precisare: “Se fossero 8,5 lordi si potrebbe ragionare, ma secondo me per il dio denaro nessuno fa sconti a nessuno, io non ci credo – ribadisce il presidente azzurro -. Non credo che Edinson possa fare sconti, può essere suggestionato dall’amore dei napoleani ma noi dobbiamo pensare ai prossimi cinque anni, dobbiamo far crescere Milik che ha avuto due infortuni e non sappiamo se è un attaccante da 30, 15 o 10 gol. Abbiamo Inglese che è un progetto del Napoli“.
Il presidente De Laurentiis prosegue: “Cavani guadagna 20 milioni lordi ogni 10 mesi. È formidabile – aggiunge -, ma non penso che si dimezzerà il suo stipendio. Se Cavani dovesse telefonarmi e dire di essere pronto a dimezzarsi lo stipendio ed entrare nei parametri del Napoli va bene. Dietro al Psg c’è il Qatar, che cerca di arricchirsi a dismisura nel campo immobiliare e per fare questo deve tenere dalla sua i politici. Io invece ho deciso di fare calcio come se facessi film“, conclude il patron del Napoli.
Sarà vero o trattasi di una classica smentita di facciata?

L’ultima indiscrezione in merito alla presunta trattativa tra il Napoli e Cavani l’ha lanciata il noto giornalista partenopeo, Paolo Del Genio, il quale, intervenuto ai microfoni di Tuttonapoli.net, ha svelato un importante dettaglio dell’operazione: “Da persone molto vicine a Maria Soledad, l’ex moglie del Matador – afferma –  ho saputo che c’è l’accordo col giocatore per 4 anni a 7.5 milioni a stagione. Questo non significa che è fatta, ma da oggi tolgo la parola impossibile a questa trattativa. Certo, bisognerà trattare col PSG e non sarà facile – precisa –, però la volontà del giocatore sembra che ci sia perché la fonte è molto vicina alla sua famiglia. La proposta del Napoli anche economicamente potrebbe avere una sua efficacia“.

q
Dalla Francia giunge una nuova indiscrezione di mercato: secondo la testata giornalistica transalpina Paris United il direttore sportivo del club presieduto da Al-Khalaifi, Antero Herique, ha letteralmente scaricato Cavani, incaricando alcuni agenti di trovargli una nuova sistemazione. Il Matador, che con la maglia del Paris Saint-Germain è divenuto il capocannoniere della storia del club dopo cinque stagioni, sarebbe ormai in rotta di collisione con la società d’oltralpe: per il patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, la ghiotta occasione per provare a chiudere nell’immediato la trattativa.
In particolare, sempre secondo quanto riportato da Paris United, il presidente del  club campano starebbe studiando alcune possibili offerte da presentare per convincere alla stregue il club parigino. D’altro canto il neo tecnico partenopeo, Carlo Ancelotti, ha ormai compreso che Karim Benzema non vestirà la maglia del Napoli la prossima stagione, per questo motivo torna di moda l’affare Cavani, per il quale ci sarebbe anche il benestare del padre del calciatore uruguaiano, che in più di un’occasione ha lasciato intendere che il trasferimento all’ombra del Vesuvio è particolarmente gradito.

In queste ultime settimane si è parlato molto della presunta trattativa tra Cavani e il Napoli: il ritorno del Matador all’ombra del Vesuvio è particolarmente gradito ai tifosi partenopei, che hanno da sempre apprezzato l’affetto mostrato dal calciatore uruguaiano nei confronti della città e della società.
Sebbene l’operazione aleggia su scenari alquanto apocalittici, tra cifre esorbitanti e difficilmente sostenibili dal club presieduto da Aurelio De Laurentiis ed improbabili abbassamenti dell’ingaggio da parte dello stesso Cavani, il quale, a detta di molti, desidererebbe tornare a Napoli, in tanti svelano un indizio o un aneddoto strettamente correlato alla presunta trattativa che da giorni impazza nel capoluogo campano: ultimo riferimento al possibile affare è stato fornito dal noto avvocato di Agropoli, Giovanni Basile, il quale, intervenuto ai microfoni di Radio CRC, ha svelato alcuni importanti dettagli: “Abito a pochi metri dalla famiglia amica della madre di Cavani – afferma il legale salernitano -. Spesso il calciatore è venuto in incognito, evitando i riflettori. Nella zona della casa c’è stato un via vai sospetto di auto di grossa cilindrata con vetri oscurati. Ho un fondato sospetto che Cavani sia qui, ma non ho l’assoluta certezza. È venuto in veste informale – conclude Basile – ed è giusto che la famiglia che lo ospita lo copra“.

Quale offerta per Edinson Cavani al Napoli ?

Nelle ultime ore si era parlato della possibilità da parte del Paris Saint-Germain di portare sotto la Tour Eiffel Luis Suarez su suggerimento proprio di Neymar: l’approdo dell’attaccante uruguaiano tuttavia potrebbe spingere Cavani fuori dai piani tecnici del club francese, con un’evidente eccedenza in quella zona di campo.
Ecco dunque che il Matador potrebbe tornare di moda a Napoli: il Psg chiede 55 milioni di euro per il cartellino del calciatore, una cifra non eccessivamente alta per le casse della società partenopea che, alla stregua, potrebbe agevolmente affrontare la spesa. Il problema principale risiede però nell’ingaggio percepito da Cavani, che si attesta sui 12 milioni circa: De Laurentiis dunque non può permettersi Benzema per lo stesso motivo, altrettanto non può fare con il centravanti uruguaiano.
La possibile svolta potrebbe arrivare grazie ad un drastico taglio dello stipendio su precisa volontà di Cavani: in questo caso, se il Matador abbassasse le pretese, complice anche il desiderio di tornare nel capoluogo campano, l’affare si potrebbe davvero chiudere. E i tifosi del Napoli sognano

  •   
  •  
  •  
  •