Cavani-Napoli, il Psg fissa il prezzo: la cessione di Mertens potrebbe non bastare

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
ROSTOV-ON-DON, RUSSIA - JUNE 20: Edinson Cavani of Uruguay reacts during the 2018 FIFA World Cup Russia group A match between Uruguay and Saudi Arabia at Rostov Arena on June 20, 2018 in Rostov-on-Don, Russia. (Photo by Clive Rose/Getty Images)

Edinson Cavani – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

L’infinita telenovela Cavani-Napoli forse stavolta sembra essere giunta ai titoli di coda: la notizia che circola nelle ultime ore, confermata anche dalla testata giornalistica CalcioNapoli24, parla di una specifica volontà del presidente del Psg, Al-Khelaifi, di definire riguardo la cessione del Matador un’operazione alla Cristiano Ronaldo, realizzando nella circostanza una corposa plusvalenza.
Nello specifico, il club francese sarebbe intenzionato a cedere Cavani al Napoli per un importo non inferiore ai 90 milioni di euro: sarebbe questa la cifra di base con la quale si potrebbe incominciare ad intavolare una possibile trattativa.
Considerato che il cartellino di Mertens è valutato sui 30 milioni di euro, nonché le condizioni imposte dal Psg per la cessione di Cavani, l’indiscrezione lanciata da Europacalcio.it sarebbe destinata a restare tale, a causa delle cifre esorbitanti dell’operazione.

L’ultima bomba di mercato viene lanciata dalla testata giornalistica Europacalcio.it, la quale, sul proprio sito internet, ipotizza uno scambio molto suggestivo con il Paris Saint-Germain: secondo quanto riporta l’articolo a firma di Cristiano Abbruzzese, il presidente del Napoli De Laurentiis, forte dell’accordo con Cavani, in virtù di un contratte triennale da 8,5 milioni di euro a stagione, potrebbe ammorbidire le pretese della società francese proponendogli clamorosamente il cartellino di Dries Mertens più un ragionevole conguaglio fissato sui 28 milioni.
Ma vi è di più: l’annuncio di Cavani dovrebbe essere dato per i primi di agosto, rendendo ancor più affascinante la trattativa.
A queste condizioni, come riporta Europacalcio.it, davvero è possibile chiudere l’affare: sarà un’altra suggestione di mercato oppure potrebbe realmente concretizzarsi questa operazione? Ai posteri l’ardua sentenza.

Davvero così tanto rumore per nulla? Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha ribadito chiaramente che Cavani non tornerà in Campania, eppure tifosi e giornalisti continuano a credere nel colpo ad effetto della società partenopea per rispondere all’approdo di Cristiano Ronaldo alla Juventus.
L’ultima novità però arriva nuovamente dalla Francia: infatti i tifosi del Paris Saint-Germain non sono così convinti della permanenza di Cavani sotto la Tour Eiffel e per questo motivo si sono inventati una vera e propria petizione in favore del Matador. I sottoscrittori possono chiedere all’attaccante uruguaiano senza mezze misure di restare anche per la prossima stagione al Psg.
Ovviamente sono numerosi i tifosi transalpini che hanno firmato a favore del Matador: d’altronde, a parte gli screzi con Neymar, un Cavani in più farebbe certamente comodo anche alla formazione guidata dal neo tecnico dei francesi Thomas Tuchel.

Cavani s’ha da fare o non s’ha da fare? È questo il dilemma che assilla i tanti tifosi del Napoli: la situazione sembra essere per un giorno ben delineata e per un altro giorno ancora dai contorni oscuri o quasi.
A rendere però evidente un tentativo di sondaggio da parte del Napoli è stato lo stesso presidente partenopeo, Aurelio De Laurentiis, il quale ha chiaramente affermato che l’operazione Cavani sarebbe nei fatti impossibile, nel senso che il Psg valuta il Matador per una cifra da capogiro per le casse della società campana. Questo significa che il patron azzurro ha assunto informazioni sull’attaccante uruguaiano? Potrebbe darsi, i fatti lo dimostrano, sebbene il buon De Laurentiis si nasconde dietro alle notizie riportate dalla stampa sia italiana che francese, che attesterebbe la dichiarazione del Matador sui 58 milioni di euro.

Dal possibile, quasi sicuro, approdo di Edinson Cavani all’ombra del Vesuvio alle dichiarazioni che sanno di netta chiusura nei confronti del Matador da parte del presidente del club partenopeo, Aurelio De Laurentiis: sarebbe questo in pratica il massimo ed il minimo di una trattativa che da settimane fa sognare e ad intermittenza angosciare i tifosi del Napoli.
La situazione giorno dopo giorno diventa sempre più ingarbugliata e cercare di capire qualcosa è davvero difficile, perché si è passati dalle notizie provenienti dalla stampa francese che davano per certo l’addio di Cavani al Psg, fino ai vari ripensamenti del presidente Al-Khelaifi o del direttore sportivo Antero Henrique.
Il presidente De Laurentiis non vuole fare follie in questo pazzo mercato, ci mancherebbe: d’altronde bisogna far quadrare i conti di una società che a stento prosegue tra l’oculata gestione economico-finanziaria e la rincorsa al trofeo di turno, che sia scudetto o Champions League poco importa. E allora Cavani può stare dove si trova, tanto lo stato di fatto è questo, non può cambiare.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: Meitè al Milan, Strootman e Onguene al Genoa. Mojica, addio Atalanta

Cavani-Napoli, anche per Scotto la trattativa è alquanto complicata

In queste ultime ore sono state fin troppe le dichiarazioni di giornalisti, agenti e addetti ai lavori, in merito alla presunta trattativa Cavani-Napoli: lo scetticismo generale si percepiva sin dai primi giorni, poi un’indiscrezione dopo l’altra qualcuno ha preso coraggio, ha cominciato a sognare un colpo che sembrava quasi impossibile.
A rendere ancor più eccitante questo continuo tam tam mediatico è stato poi il Corriere dello Sport, che, nell’edizione del 21 luglio 2018, ha persino insinuato la presunta volontà di Cavani di dimezzarsi drasticamente lo stipendio pur di venire a Napoli, con tanto di cifre a supporto della tesi: un contratto fino al 2022 e 7 milioni di euro netti nelle tasche del Matador, bastava solamente trovare l’intesa con il Paris Saint-Germain, il quale non avrebbe di certo ostacolato la cessione della punta uruguaiana, d’altronde era stato lo stesso compagno di squadra Neymar a chiederne la messa sul mercato dello stesso.

Leggi anche:  Fabian Ruiz positivo al Covid, ironia da parte dei tifosi del Napoli

Ed ecco che, a distanza di qualche ore dalle voci in merito al possibile accordo con il club campano, interviene anche il noto giornalista del quotidiano Il Roma, Giovanni Scotto, il quale ai microfoni di TV Luna ha analizzato la situazione di fatto in casa Napoli: “Trattativa Cavani? Non è vero nulla – afferma -. Non c’è alcun affare in corso, Cavani non ha chiamato De Laurentiis, il presidente non ha contattato il Matador“, questo il sunto delle dichiarazioni del giornalista, il quale aggiunge che la società partenopea non prenderà neanche Benzema, accostato agli azzurri sin dall’inizio di questa sessione di calciomercato.
Ormai in tanti parlano della trattativa Cavani-Napoli, svelando talvolta un aneddoto o un’indiscrezione: intanto i tifosi attendono invano quel colpo di mercato che rappresenti la giusta risposta all’approdo di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Credo non accetterebbero assolutamente di trascorrere una nuova stagione quali spettatori di un campionato che potrebbe diventare, ancora una volta, esclusivo appannaggio della Vecchia Signora. In questo caso, sarebbero giustificate le proteste nei confronti della società, rea di aver realizzato un mercato fallimentare, o quasi.

  •   
  •  
  •  
  •