Esonero Conte, Sarri nuovo allenatore del Chelsea

Pubblicato il autore: FraNas Segui
during the Premier League match between Chelsea and Leicester City at Stamford Bridge on January 13, 2018 in London, England.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Antonio Conte non è più l’allenatore del Chelsea. Pochi giorni dopo l’inizio del raduno per la nuova stagione dei Blues è arrivata la comunicazione da parte della società inglese. Conte e il suo staff erano tornati al lavoro, ma la sensazione era che fosse solo una questione di tempo prima dell’addio. Al posto di Conte è ora pronto un altro italiano, Maurizio Sarri. Al suo fianco avrà Gianfranco Zola, preziosa figura che dovrà aiutare il tecnico toscano a inserirsi al più presto nella mentalità del calcio inglese.

Sarri e il Chelsea sono ormai in parola da settimane e in questo lungo periodo di tempo i legali di Abramovich e quelli del Napoli hanno lavorato per risolvere le pendenze legali tra l’ex allenatore del Napoli e De Laurentiis. Un lavoro lungo e laborioso, in cui tutte le parti in causa si sono dovute armare di grande pazienza e arte diplomatica. Ora però tutti gli ostacoli sembrano essere stati superati. Sarri affronterà così la sua prima avventura su una panchina estera, mentre Conte torna a essere un allenatore libero e appetibile per molte grandi società. Probabile che l’ex CT della Nazionale possa fermarsi anche per una stagione in attesa di ripartire con un nuovo progetto piuttosto che con una chiamata in corsa.

Leggi anche:  Inter, minacce dai tifosi: "La maglia che indossi va onorata"

Per Sarri, invece, ora inizia la sfida più difficile e stimolante della carriera. Il suo calcio è un meccanismo che funziona come un orologio e cercare di insegnarlo senza padroneggiare al meglio la lingua potrebbe non essere così semplice. In più se anche uno come Guardiola ha avuto bisogno di tempo per adattarsi al calcio della Premier League giusto concedere a Sarri un normale periodo di adattamento. Tempo che il Chelsea non è stato più disposto a concedere a Conte, da molti mesi in rapporti complicatissimi tanto con la proprietà quanto con la dirigenza dei Blues.

  •   
  •  
  •  
  •