Cristiano Ronaldo alla Juve, occhio all’antagonista De Laurentiis: potrebbe davvero far saltare tutto ?

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
cristiano ronaldo

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

La trattativa che dovrebbe vestire di bianconero Cristiano Ronaldo entra sempre più nel vivo: le parti si sono avvicinate sempre più nelle ultime ore e non resta che attendere la riunione della giunta direttiva del Real Madrid, convocata per domani, per conoscere a che punto siamo con l’operazione.
Stando alle notizie che circolano in questi minuti, pare che il presidente dei Blancos, Florentino Perez, voglia alzare la posta: la tanto rinomata clausola da 100 milioni di euro che consentirebbe l’approdo di Cristiano Ronbaldo alla Juve potrebbe alla stregua essere ritoccata dal numero uno della società madrilena, che vorrebbe incassare almeno 150 milioni.
La sensazione comunque è che i bianconeri possano chiudere ad ogni costo la trattativa, forti non solo di alcune cessioni eccellenti, vedasi Gonzalo Higuain e Daniele Rugani, fortemente richiesti dal nuovo Chelsea allenato da Maurizio Sarri, ma anche delle tante sponsorizzazioni che fioccherebbero con l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juve. E se le cessioni di cui sopra non si concretizzassero, cosa succederebbe?

Leggi anche:  Lazio Yazici, il turco del Lille che fece tripletta al Milan piace molto a Tare

De Laurentiis il vero antagonista dell’operazione Cristiano Ronaldo alla Juve

In questo pazzo calciomercato potrebbe davvero verificarsi l’impossibile: la Juventus ha grosso modo definito la trattativa per l’acquisto del talento di Funchal, coadiuvato anche dall’agente Jorge Mendes, che è intervenuto in tutte le fasi dell’operazione.
La trattativa però potrebbe stranamente arenarsi sulla base di alcune circostanze non ancora definite: come riporta anche la testata giornalistica online calciomercato.com, il grande assalto per Cristiano Ronaldo alla Juve dovrebbe essere supportato anche da una campagna cessioni che consenta di rimpinguare il bilancio della società bianconera. Nella fattispecie, al fine di non entrare nel vortice dei paletti imposti dal Fair Play finanziario, potrebbero giovare, per definire la trattativa in corso, anche le predette cessioni eccellenti, che consentirebbero al presidente Andrea Agnelli di finanziare agevolmente l’importante operazione di mercato.
Ora, con De Laurentiis che fa il tira e molla con il Chelsea circa la possibile liberazione dal vincolo contrattuale di Maurizio Sarri, potrebbe veramente concretizzarsi uno scenario apocalittico: se il trainer partenopeo non riuscisse a trovare l’intesa con il Napoli per liberarsi dal contratto che lo lega alla società campana, potrebbero saltare persino le cessioni di Higuain e di Rugani, bruciando nell’immediato all’incirca 100 milioni di euro di introiti.

Leggi anche:  Juve Alex Sandro: "Quando non vinci tutti ne parlano"

L’approdo di Cristiano Ronaldo alla Juve, alla luce delle predette considerazioni, potrebbe addirittura complicarsi, sebbene non è detto che possa risultare impossibile: ciò dunque costringerebbe la Vecchia Signora a trovare la liquidità necessaria altrove, sempre per non finire sotto indagine dell’Uefa per l’onerosa portata dell’operazione.
Ne deriverebbe che De Laurentiis potrebbe paradossalmente porre una sorta di veto sulla trattativa tra la Juventus ed il Real Madrid: sullo sfondo la posizione di Maurizio Sarri, il quale, se non venisse appunto liberato dal Napoli, potrebbe persino intentare una causa davanti all’Autorità Giudiziaria nei confronti del presidente della società partenopea per far valere i suoi diritti.
Una situazione davvero complicata che potrebbe danneggiare eventualmente la società bianconera: Cristiano Ronaldo alla Juve potrebbe non essere sicuro come sembra…

  •   
  •  
  •  
  •